Busto Garolfo, notti agitate in frazione: baby vandali prendono a sassate i citofoni

Baby vandali a Busto Garolfo, nel Milanese. Di notte gruppi di ragazzini prendono a sassate i citofoni e scappano senza lasciare tracce. Frazione di Olcella nel mirino: si registrano anche episodi di abbandono di rifiuti

di Andrea Fratus

BUSTO GAROLFO (MILANO) – La frazione bustese di Olcella è stata teatro di gravi atti di vandalismo: il primo riguarda un gruppo di baby vandali che, nel cuore della notte, recava disturbo lungo la via principale della frazione citofonando e spaventando i residenti, che ovviamente a quell’ora riposano.

Baby vandali

Non contenti i giovani vandali sono poi ritornati sui loro passi per prendere a sassate i citofoni con pezzi di cemento grezzo. Sui social network viene fatto presente che le vie di Olcella sono dotate di videosorveglianza. Perciò, la ‘latitanza’ dei baby vandali potrebbe avere ancora vita breve.

Rifiuti abbandonati

Altro grave fatto è il ritrovamento di rifiuti edilizi e pannelli in legno nei pressi della ex fabbrica Rimoldi, ormai abbandonata. Una cittadina olcellese, durante una normale passeggiata nei boschi dietro lo stabilimento, si è imbattuta in una discarica a cielo aperto: qualche balordo ha infatti abbandonato intere cataste di materiale da buttare (in discarica, però, non nei boschi).

Indignazione

Immediate le lamentele in seguito alla segnalazione: “Come si può rovinare un bosco così bello?” C’è anche chi commenta ironicamente sulla fatica insostenibile di andare all’ecocentro a buttare i rifiuti, cosa che fa chiunque tagli l’erba del giardino di casa. Altri ancora mettono in evidenza come la situazione non sia una novità: “E’ una vita che lì dietro è una discarica, e lì rimane”. Situazioni che non rispecchiano per niente Olcella, una frazione divenuta sempre più bella e moderna.