Un calciatore della società Gs Castanese – Matteo Bonomelli, 18 anni , di Boffalora Sopra Ticino – è stato trovato morto nella sua abitazione. Si pensa a un gesto estremo. Lutto nel mondo del calcio

5 GENNAIO 2021

di Redazione

CASTANO PRIMO-BOFFALORA (MILANO) – “Abbiamo cercato di proteggerti tutta la giornata per pudore, per riserbo e per rispetto del dramma che stanno vivendo i tuoi famigliari. Poi la notizia assurda, di quelle che non vorresti mai sentire, ha iniziato a diffondersi nel mondo del calcio”. E’ quanto si legge nella nota ufficiale della società sportiva Gs Castanese: un post pieno di commozione per dare l’addio a Matteo Bonomelli, un calciatore di 18 anni residente a Boffalora Sopra Ticino, trovato morto nella sua abitazione.

Lutto nel mondo del calcio

“I telefoni – prosegue la nota – non smettono di squillare, pianti, sgomento e disperazione. Impossibile ‘spiegare’ ai tuoi compagni di squadra della Juniores che cosa è accaduto, è tutto troppo grande per un giovane talento di soli 18 anni. E allora una parola la vogliamo scrivere, te la dobbiamo, piccolo grande fuoriclasse. Perché eri parte della nostra famiglia, la famiglia Castanese che oggi piange, e piange anche il cielo. Un leader gentile e delicato con tanti sogni nel cassetto da realizzare”.

Il dolore degli amici

“Siamo addolorati – scrivono i dirigenti della Castanese – per non averti forse capito, ascoltato, anche se in questo momento di lontananza tutto si amplifica, abbiamo sempre creduto nella forza del gruppo. Difficile trovare un senso al gesto. Ci limitiamo a pensare che adesso magari sei libero e stai giocando altrove, esultando per un goal. Adesso però torniamo in silenzio, ognuno di noi con il proprio dolore, perché non doveva andare così. Che la terra ti sia lieve”.

L’ipotesi del gesto estremo

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

La società GS Castanese si stringe intorno alla famiglia Bonomelli e abbraccia il fratello Thomas, che in passato ha vestito pure lui con onore la divisa neroverde. Intanto si fa strada l’ipotesi di un gesto estremo da parte del giovane calciatore. Inspiegabile per chi conosceva Matteo, che oggi lo descrive come un ragazzo solare, allegro, sempre di buonumore.

I COMMENTI