Castano Primo, la moschea che non esiste e le carnevalate della Lega

Carnevalate e comiche finali: due membri del parlamento europeo a caccia di voti in città. Specialità della casa: buttare benzina sul fuoco e mandare tutto in vacca

di Ersilio Mattioni

CASTANO PRIMO (MILANO) – Moschea in città, dopo le carnevalate dell’eurodeputato leghista Angelo Ciocca (che non sono piaciute neppure a tutto il centrodestra), un altro politico del Carroccio arriva a Castano Primo per buttare benzina sul fuoco. E’ Isabella Tovaglieri, anche lei collega di Ciocca al parlamento europeo.

Le carnevalate

Il carnevale a Castano Primo arriva in anticipo. Poteva bastare il teatrino di Ciocca, invece ci tocca anche la visita di una replicante, pure lei in campagna elettorale e pure lei intenzionata a cavalcare il finto caso della moschea per ragioni di consenso. Curioso che sia Ciocca sia Tovaglieri non si siano mai interessati alla questione (se ne discute da anni) e lo facciamo ora, quando mancano 7 mesi al voto europeo. Chi non capisce che questa doppia carnevalata è confezionata ad arte per soli fini elettorali è stupido oppure in malafede.

Si ride per non piangere

C’è da ridere, ma ci sarebbe da piangere, a leggere il comunicato stampa diffuso dalla Lega. Tovaglieri, con toni roboanti, dichiara che “da Castano vogliamo lanciare un messaggio forte e chiaro. Dobbiamo tenere gli occhi ben aperti, soprattutto in questa fase, che vede i musulmani rimanere nell’ambiguità sulle violenze compiute dai terroristi di Hamas”. Ma cosa c’entra la destinazione d’uso dell’ex palestra ‘N’Joy con Hamas? Niente, buttare tutto in vacca però è la specialità della casa di certi politici. Che arrivano da Busto Arsizio – e sticazzi? – e ci spiegano cosa fare.

I flop del centrodestra

Poi Tovaglieri fa un passo avanti. Annuncia – udite udite! – di aver firmato la petizione contro la moschea che non esiste. Il segretario della Lega di Castano Stefano Boscarini e il consigliere comunale Daniele Rivolta applaudono. Invece dovrebbero pensare all’anno prossimo. In città si vota per eleggere sindaco e consiglio comunale. E il centrodestra, a suon di carnevalate, non fa registrare un risultato degno di nota da 10 anni.

Oggi le comiche

Qualcosa ci dice che anche nel 2024 per la Lega e i suoi alleati finirà male. Del resto, il livello politico è quello che è. Basti pensare che Tovaglieri, prima di impostare il navigatore e lasciare Castano Primo, ha regalato un’altra perla di saggezza: “Questo messaggio è diretto anche all’Europa. Avete capito bene? Un membro del parlamento europeo viene a Castano per mandare un messaggio al parlamento europeo. Tra carnevalate e comiche finali può calare il sipario.