Canegrate – Casa di riposo: convenzione firmata, si apre nel 2025?

L’operatore privato è già al lavoro per stendere il progetto della casa di riposo: lavori al via nel 2024. L’amministrazione comunale soddisfatta dell’accordo

di Attilio Mattioni

CANEGRATE (MILANO) – Nuovo passo in avanti, forse quello decisivo, verso la realizzazione della casa di riposo privata sul terreno compreso tra via Vivaldi e via Toti.

Firmata la convenzione

L’amministrazione comunale, dopo aver siglato la cosiddetta ‘convenzione sociale’, che regola le attività assistenziali della futura Rsa (Residenza sociosanitaria per anziani), ha firmato anche la convenzione vera e propria con la Fondazione Mantovani Onlus, l’operatore che realizzerà e gestirà la struttura.

L’area della Parrocchia

La firma costituiva l’ultimo passaggio formale (il Pgt era stato modificato già nel 2020 e l’operatore privato ha già provveduto ad acquistare l’area di circa 6.200 metri quadrati che era di proprietà della Parrocchia) per far partire l’iter di realizzazione vero e proprio del progetto. Fondazione Mantovani, che gestisce altre case di riposo nella zona, tra le quali la Casa Famiglia di San Vittore Olona, sta lavorando al progetto esecutivo, che dovrebbe essere pronto nei primi mesi del 2024: poi si potrà dare inizio ai lavori.

La casa di riposo

La casa di riposo, da quanto si è potuto apprendere, avrà tre piani e potrà accogliere un centinaio di anziani, oltre a quelli ospitati nel nucleo Alzheimer. “Siamo in stretto contatto con Fondazione Mantovani – ci ha detto il sindaco Matteo Modica – e l’iter procede come da cronoprogramma. Si tratta di una struttura molto importante per il nostro paese, anche perché una quota dei posti sarà riservata ai canegratesi”. Il cantiere potrebbe quindi essere aperto prima dell’estate del prossimo anno e il taglio del nastro potrebbe avvenire entro la fine del 2025.