Casorezzo, pirata della strada tampona maestra e poi fugge. Rintracciato grazie alle telecamere, rischia una denuncia e un processo

Brutta disavventura per una maestra d’asilo di Casorezzo, tamponata mentre si recava al lavoro e finita in ospedale. Il pirata della strada non si è nemmeno fermato, sgommando via velecemente

di Patrizia Meneghin

CASOREZZO (MILANO) – Brutta disavventura ai danni di una maestra d’asilo, residente a Casorezzo, che lavora alla scuola materna di Cisliano. Nella mattinata di venerdì 15 marzo la donna – F.S. – si stava recando al lavoro, quando all’incrocio tra via Cascina San Giacomo e la strada provinciale 227 un furgone bianco l’ha violentemente tamponata.

Maestra d’asilo tamponata

Dopo il tamponamento il furgone è fuggito, senza neanche attendere di capire se ci fossero stati danni o se la maestra d’asilo fosse rimasta ferita. Un comportamento disdicevole, che peraltro configura il possibile reato di omissione di soccorso.

La dinamica

F.S. era ferma allo stop, in attesa di potersi immettere sulla strada provinciale in direzione di Cisliano. L’incrocio era parecchio trafficato e l’attesa si è protratta più del previsto. All’improvviso si è sentito un forte botto e la donna è rimasta stordita dal colpo e dalla paura. In una frazione di pochi secondi, senza avere neanche il tempo di realizzare quello che era successo, F.S. ha visto il furgone bianco dietro di lei, che prima ha messo la retromarcia e poi l’ha superata, sgommando via.

Maestra in ospedale

Sono stati gli altri automobilisti in coda a intervenire per prestarle soccorso. Sul posto sono infine giunti gli agenti della Polizia locale, che si sono occupati dei primi rilevamenti e di raccogliere le testimonianze. F.S. è stata portata per un controllo in ospedale, che ha evidenziato qualche livido e il classico colpo di frusta. L’automobile ha subito danni ingenti: era in pratica distrutta nella parte posteriore.

Le indagini

I vigili si sono subito attivati e le indagini sono cominciate dal controllo delle telecamere e dei varchi. Alla fine il furgone è stato rintracciato e il conducente sanzionato. Ma il pirata della strada rischia molto di più: l’uomo potrebbe essere accusato di omissione di soccorso e finire sotto processo.