Il Comune non effettua le esumazioni da anni: cimitero Sedriano al collasso

di Francesca Ceriani

SEDRIANO (MILANO) – Cimitero di Sedriano, finiti i posti nei campi comuni. A sollevare la questione un cittadino, parente di una persona impossibilitata a comprare un loculo. “Se non avete 2.200 euro da dare al Comune – commenta critico il cittadino – non potete morire: al cimitero i posti in terra comune sono esauriti”.

Cimitero Sedriano al collasso

I posti nella terra comune sono solitamente riservati ai cittadini che non vogliono o non possono, per ragioni economiche o per altri motivi, acquistare un loculo o una celletta. Ma a Sedriano i campi riservati a questa funzione sono terminati e così, anche chi si trova in stato di indigenza, è costretto ad acquistare il loculo, pagando una cifra considerevole. “La situazione va avanti in questo modo da tre anni, noi l’abbiamo ereditata – spiega il sindaco, Marco Re – Non sapevamo nemmeno ci fosse questo problema, fino a quando un cittadino ha chiesto un posto in campo comune e abbiamo scoperto che erano terminati”.

Cimitero, al via le esumazioni

L’amministrazione comunale deve quindi ora porre rimedio a questa ennesima grana ereditata dalla passata amministrazione Cipriani. “Abbiamo fatto un sopralluogo al cimitero – continua il primo cittadino – I posti in terra comune hanno una concessione della durata di 10 anni. Da decenni, però, non si effettuano le esumazioni. Procederemo quindi con l’invio delle lettere ai titolari delle concessioni per comunicare loro che, se non procedono a loro spese con le esumazioni, lo farà il Comune. In questo modo si recupereranno i posti necessari”.

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.