Castano Primo piange un’altra vittima: è morto l’ex assessore Camillo Canziani (Forza Italia). Da giorni le sue condizioni si erano aggravate. Se ne va una persona di grande umanità e un politico appassionato

27 MARZO 2020

di Vanessa Valvo

CASTANO PRIMO (MILANO) – E’ un vuoto incolmabile l’improvvisa perdita di Camillo Canziani, ennesima vittima del Coronavirus. Un uomo di principio, prima ancora del politico che tutti conoscevano a Castano Primo, la sua città natale, dove viveva con la moglie, la figlia e i suoi gatti, che tanto amava.

Un politico diverso

Riferirsi a Camillo al passato sembra ancora impossibile, a poche ore dalla notizia che nessuno avrebbe mai voluto ricevere e che piomba come un macigno sull’intera comunità. Eppure, alle prime ore di questa giornata, venerdì 27 marzo, il Coronavirus non ha lasciato scampo a una persona forte, possente, che ha saputo fare della mitezza la sua arma migliore. Un omone che è riuscito a non lasciarsi intorpidire dalla politica delle ruffianerie, rigido solo nei suoi valori e composto nella sua testardaggine, anche quando comportava la rinuncia di occasioni importanti.

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. In questo periodo però le aziende sono chiuse e la pubblicità si è molto ridotta. Nel mese di marzo avete visitato il nostro sito e letto i nostri articoli 500.190 volte! Noi continuiamo a offrirvi la stessa informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

La sua storia

Canziani ha militato nelle fila del centrodestra, passando in ultimo a Forza Italia. E’ stato assessore ai Lavori pubblici nella giunta di Franco Rudoni, dal 2009 al 2014. Di fatto, era ancora coordinatore del gruppo di Castano Primo, almeno fino all’anno scorso, quando ha ufficializzato il suo distacco dalla sezione poco prima delle elezioni comunali. Un allontanamento che, in cuor suo, non è mai avvenuto, rimanendo sempre vicino agli esponenti della stessa ala.

Il ricordo

Scrivere a freddo di una persona stimata, che non c’è più, non è facile. Meglio ora, però, che la memoria regge ancora al dolore inconsolabile che ha colpito nel profondo tutti quelli che lo conoscevano. Centinaia i messaggi di cordoglio sopraggiunti sui social, insieme all’amara consapevolezza di non poter partecipare alle esequie per l’ultimo saluto, come Canziani si sarebbe meritato. Camillo riposerà per sempre nell’olimpo dei giganti, come tutte le persone belle, di cuore.

APPROFONDIMENTI

I COMMENTI