Agosto e inizio settembre da dimenticare per la città di Magenta, che fa registrare nuovi positivi e un decesso: non accadeva da mesi. I casi totali dall’inizio della pandemia sono 193. Appello del sindaco: “Massima prudenza, il virus circola e contagia”

11 SETTEMBRE 2020

di Ersilio Mattioni

MAGENTA (MILANO) – Coronavirus, il mese di agosto e la prima settimana di settembre riportano in alto il livello d’allarme a Magenta, dove sono stati registrati 12 nuovi casi di positività al Covid e dove, purtroppo, un altro cittadino è morto a causa del virus.

I numeri

Di questi 12 nuovi casi, 4 sono stati rilevati dopo il 18 agosto e si tratta di persone rientrate da luoghi di villeggiatura. “Attualmente – si legge in una nota ufficiale del Comune – i contagiati sono 14”. Così ripartiti: 7 si trovano presso il proprio domicilio, 2 sono stati dimessi e concluderanno la convalescenza a casa, 2 invece sono ancora in ospedale in condizioni serie”.

Il decesso

A questi dati si aggiunge una brutta notizia: il cittadino deceduto. Da due mesi non c’erano più morti a causa del Covid e per questo il livello di attenzione torna alto: il virus continua a circolare, a contagiare e a uccidere.

Dall’inizio della pandemia

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

I morti a Magenta, dall’inizio della pandemia a oggi, salgono a 24, mentre i casi totali di contagi (sommando gli attualmente i positivi, i guariti e i deceduti) sono 193.

Parla il sindaco

“Da mesi ripeto che bisogna adottare ogni possibile misura di prudenza – spiega il sindaco, Chiara Calati – e non si deve abbassare la guardia. Non si deve pensare che il virus non esista più”. Calati ha gestito l’emergenza sanitaria con grande attenzione ai luoghi sensibili: fu uno degli ultimi sindaci a riaprire i parchi cittadini. Oggi invita i magentini ad avere ancora un po’ di pazienza e a rispettare le regole: mascherina e distanziamento sociale.

L’età media

“Anche in città – aggiunge il sindaco – i dati sono in linea con l’andamento a livello nazionale. E mostrano un abbassamento dell’età dei contagi: 3 pazienti hanno tra i 20 e i 35 anni, 5 hanno tra i 40 e i 50 anni e 4 sono over 50”.

I COMMENTI