Gesto nobile degli imprenditori e dei commercianti di Castanese e Legnanese a favore della Onlus che investe sui nostri presidi sanitari. Il vicepresidente Gazzaniga: “Iniziativa preziosa, già utilizzata una parte del denaro raccolto”

13 MARZO 2020

di Ersilio Mattioni

LEGNANO (MILANO) – L’iniziativa è nata quasi d’istinto, riflettendo sull’emergenza sanitaria che sta paralizzando l’Italia e, in particolare, la sua locomotiva: la Lombardia. E se la nostra Regione, pur duramente colpita, sta reggendo l’urto, il merito più grande è degli operatori sanitari: negli ospedali al collasso medici e infermieri, in queste settimane, stanno lavorando a ritmi elevatissimi. In prima linea e a costante rischio di essere contagiati, loro non mollano. Allora vanno aiutati, vanno messi nelle condizioni di operare al meglio.

La raccolta fondi

L’idea di una raccolta fondi, da donare a Fondazione Ospedali Onlus, è venuta quasi da sé. Ma se fosse stato per loro – gli industriali, gli artigiani e i commercianti del Castanese – neppure si sarebbe saputo. Non cercavano pubblicità e hanno fatto tutto in pochi giorni: da martedì 11 a giovedì 13 marzo si sono sentiti e hanno deciso di raccogliere le donazioni, arrivando a sfiorare i 250.000 euro. Il cuore dell’iniziativa è a Castano Primo, Robecchetto con Induno, Turbigo e Buscate, per attraversare l’intero territorio fino a Busto Garolfo (150.000 euro la cifra raccolta) e arrivare poi a Legnano, dove la donazione è stata di 100.000 euro. Uno straordinario gesto di solidarietà, ancora più nobile in un momento di crisi, con i negozi costretti a chiudere e le aziende senza più ordini.

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

Lombardia del fare

Ma la Lombardia del fare è così: poche chiacchiere e molti gesti concreti. E un cuore grande, che si vede nei momenti più difficili, quando si tratta di non pensare a sé, ma a chi ha più bisogno. Con un certezza: una donazione a Fondazione degli ospedali Onlus vuol dire denaro che finisce in buone mani, perché l’ente benefico (che è pubblico, gestito direttamente dagli ospedali) si occupa del benessere dei pazienti nei nostri presidi sanitari: Abbiategrasso, Cuggiono, Legnano e Magenta.

Fondazione Ospedali

Un’attività non strettamente sanitaria, ma ad essa collegata, dal momento che investe il complesso mondo dei pazienti, degli operatori e dei loro familiari, nonché di tutte le aggregazioni di cittadini che vivono intorno alla comunità ospedaliera. “La buona cura infatti – si legge sul sito della Fondazione, presieduta da Norberto Albertalli, con Angelo Gazzaniga vicepresidente e consigliere per il Castanese, Martina Artusi consigliere per l’Abbiatense, Giorgio Cerati consigliere per il Magentino e Piermarco Locati consigliere per il Legnanese, oltre a Ettore Presutto nel ruolo di direttore generale, Mara Cozzi alla segreteria e Laura Bonalumi consulente legale – è il risultato di una serie di fattori che incidono sul modo di vivere la vita ospedaliera; per questo diamo valore a molti aspetti, tra i quali l’accoglienza e l’umanizzazione dei luoghi di cura, che non attengono alle cure mediche e che esulano dalle funzioni istituzionali dell’ospedale, ma che riescono comunque a influenzare l’esito delle terapie”.

Il vicepresidente Gazzaniga: “Gesto bellissimo”

Secondo il vicepresidente di Fondazione Ospedali, Angelo Gazzaniga, “il gesto è bellissimo ed è ancora più importante in un momento come questo, un aiuto prezioso che abbiamo già cominciato a utilizzare per l’acquisto di prodotti e bene di grande necessità nei nostri ospedali”.

Donazioni libere

Chiunque può donare alla Fondazione con un semplice bonifico sul conto della Banca Popolare di Milano (IBAN: IT05B050 3420211000000006896).

APPROFONDIMENTI

I COMMENTI