I Nas dei Carabinieri, nella giornata di sabato 2 maggio, hanno fatto visita alla casa di riposo di San Vittore Olona, nel Milanese, gestita da Fondazione Mantovani. Un controllo di routine, secondo l’azienda tutto è risultato a posto

3 MAGGIO 2020

di Redazione

SAN VITTORE OLONA (MILANO) – Un controllo di routine, che avrebbe dimostrato che tutto e a posto. Secondo la direzione della casa di riposo di San Vittore Olona, gestita da Fondazione Mantovani, sarebbe questo l’esito della visita dei Nas del Carabinieri. I Nuclei Antisofisticazioni e Sanità dell’Arma avrebbero eseguito controlli sulle cartelle dei pazienti e in generali sui protocolli seguiti durante l’emergenza sanitaria del Coronavirus.

Contagi e morti

La Rsa di San Vittore, che nei prossimi giorni comunicherà il numero di contagi e di decessi all’interno della struttura, aveva fatto sapere lo scorso 9 aprile che l’esito dei tamponi sugli ospiti e sugli operatori sanitari della casa di riposo erano i seguenti: 1 degente e 5 operatori positivi. I decessi, invece, erano stati 8 dall’inizio dell’anno. Mancano però i numeri, che saranno comunicati a breve, di aprile.

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. In questo periodo però le aziende sono chiuse e la pubblicità si è molto ridotta. Nel mese di marzo avete visitato il nostro sito e letto i nostri articoli 500.190 volte! Noi continuiamo a offrirvi la stessa informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

Il nuovo coordinatore

Alla casa di riposo di San Vittore Olona, tra l’altro, la coordinatrice è a casa per prudenza e ha dunque lasciato il suo incarico momentaneamente. “Su indicazione della direzione sanitaria e in via preventiva – avevano spiegato da Fondazione Mantovani – si è ritenuto opportuno tutelare l’attuale coordinatrice (una donna anziana, ndr) non esponendola alla quotidiana attività di servizio in Rsa. Al momento, in via provvisoria, il ruolo di coordinatore è ricoperto da Matteo Mantovani”.

I COMMENTI