Cronaca – Picchia la moglie dopo lite furibonda: denunciato, ma resta libero

Litiga con la moglie per strada e poi la picchia, facendola finire al pronto soccorso. Solo l’intervento dei Carabinieri pone fine alla rabbia di un uomo, che viene denunciato ma che rimane incredibilmente a piede libero. La legge non censente altro

2 SETTEMBRE 2016

di Redazione

BAREGGIO (MILANO) – Prima una lite furibonda per strada, per l’esattezza al distributore Eni di via Gallina a Bareggio, nel Milanese. Poi le botte, fino all’intervento dei Carabinieri che ha posto fine alla rabbia incontrollata di un marito, il quale si è scagliato contro la propria moglie, procurandole lesioni tali da richiedere il ricovero al pronto soccorso di Magenta.

Ignoti i motivi che hanno scatenato l’ira dell’uomo, forse legati alla volontà della donna di lasciarlo e andarsene. E ignote anche le ragioni per cui il litigio sia avvenuto per strada. Alcuni residenti, richiamati dalle urla, hanno però visto la scena e allertato le forze dell’ordine. Al momento dell’intervento la donna era già stata percossa, mentre l’uomo era ancora sul posto e la sua ira non era scemata.

Per lei è stato disposto il ricovero al pronto soccorso, dove i medici l’hanno assistita e medicata, per poi rimandarla a casa. Mentre per il marito violento è scattata una denuncia. Denuncia che tuttavia non prevede l’arresto, l’uomo è quindi ancora a piede libero, con l’unica limitazione di non potersi avvicinare alla moglie. Forse è poco, ma la legge non consente altro.