A Buscate, nel Milanese, alcune donne segnalano episodi inquietanti: un anziano avvicina le ragazze proponendo uno ‘scambio’, quando in realtà è solo. Una scusa per adescare le adolescenti? Senza una formale denuncia, fanno sapere i Carabinieri, è difficile avviare le indagini e identificare l’uomo molesto

5 APRILE 2016

di Redazione

BUSCATE (MILANO) – Cerca di adescare giovani ragazze con una scusa assai singolare: proporre uno ‘scambio di coppia’. Il problema è che l’uomo – un anziano residente con ogni probabilità del Castanese – gira da solo. Da ciò il dubbio: di quale ‘scambio’ parla? L’ultimo episodio è stato raccontato sui social network. E ha generato, com’è comprensibile, una certa preoccupazione.

I fatti

Settimana scorsa due cittadine di Buscate, piccolo comune del Milanese, denunciano sui social network un fatto inquietante: le due ragazzE si trovano nei pressi del parcheggio del cimitero per “fumare una sigaretta in santa pace”, quando un uomo sulla sessantina, a bordo di un’autovettura, le avvicina all’improvviso e propone loro uno ‘scambio di coppia’. Accanto all’anziano signore, però, non c’è nessuna donna. Com’è possibile proporre uno ‘scambio’, se si è da soli? L’uomo, poi, risulta essere uno sconosciuto alle ragazze. Che, impietrite di fronte alla proposta indecente, fuggono.

La segnalazione

Tornate a casa le due adolescenti segnalano l’episodio, scrivendo un post sui social network. Ma nessuna denuncia giunge alle forze dell’ordine. I Carabinieri, infatti, fanno sapere che senza una formale querela non possono avviare i controlli del caso né le indagini per appurare l’identità dello strambo signore.

Il sospetto

Si ritiene, in ogni caso, che l’anziano utilizzi la scusa dello ‘scambio di coppia’ per adescare giovane ragazze e donne, ovviamente a fini sessuali. Non è la prima volta che episodi simili vengono segnalati. Purtroppo però chi rimane vittima di questi sgradevoli incontri non sporge mai denuncia. Il che rende impossibile svolgere approfondite indagini. Tanto che l’anziano gira da mesi il territorio con fare molesto e nessuno è ancora riuscito a identificarlo.