gallera

La discussione degenera e scoppia una rissa, complice qualche bicchiere di troppo. A un certo punto si rischia la tragedia: un giovane afferra un’accetta e colpisce il suo rivale. Sul posto i carabinieri e un’ambulanza. L’aggressore si è costituito. Indagini ancora in corso

2 OTTOBRE 2016

di Attilio Mattioni

CASSINETTA DI LUGAGNANO (MILANO) – Tragedia sfiorata nella notte tra sabato e domenica davanti alla discoteca ‘Etoile’ di Cassinetta di Lugagnano, nel Milanese. Erano da poco passare le cinque di mattino e il locale, situato nella zona industriale che da Robecco porta ad Abbiategrasso, stava per chiudere. Nella stradina a fondo chiuso che porta al locale si attardano gli ultimi gruppi di nottambuli. Improvvisamente, forse complice qualche bicchiere di troppo bevuto durante la serata, tra due giovani (entrambi italiani) nasce un diverbio. Parole grosse, qualche spinta ma poi la situazione degenera e, secondo quanto hanno riferito alcuni dei presenti, la discussione accesa si trasforma in rissa.

I fatti

Un testimone racconta che uno dei due litiganti a un certo punto ha impugnato un’accetta e ha cercato di colpire l’auto del suo rivale. Quest’ultimo (una ragazzo di Lonate Pozzolo, in provincia di Varese) ha cercato di bloccarlo, ferendosi gravemente al braccio. Sul posto sono arrivati i Carabinieri e un’ambulanza della Croce Azzurra di Abbiategrasso. I sanitari hanno prestato le prime cure al ferito, un 33enne, che è stato poi trasportato in codice giallo all’ospedale ‘Fornaroli’ di Magenta, dove è stato ricoverato. I Carabinieri hanno interrogato tutti i presenti e hanno ascoltato anche l’aggressore, che si è costituito in caserma la mattina presto. La sua posizione è ancora al vaglio degli investigatori, che devono decidere se e come procedere nei suoi confronti.

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.