CRONACA – Bloccato rave party abusivo nelle campagne: multe e denunce

Brillante operazione della Polizia locale di Corbetta, che blocca una maxi festa illegale nelle campagne di Cerello e Battuello: arrivano in centinaia grazie a un sistema di pullman-navette da Milano. I vigili intervengono da soli, perché i Carabinieri non sono disponibili

2 SETTEMBRE 2020

di Redazione

CORBETTA (MILANO) – “Su segnalazione dei cittadini, la Polizia locale di Corbetta è intervenuta da sola, non essendoci nessuna pattuglia dei Carabinieri disponibile, per bloccare un rave party abusivo e illegale, organizzato in grande stile a Corbetta”. Lo dichiara il sindaco, Marco Ballarini.

Uno dei frigor per la vendita di alcol al rave party illegale

I fatti

A organizzare la maxi festa di sabato 29 agosto, in un grande podere tra le frazioni di Cerello e Battuello, sono stati alcuni cittadini sudamericani. Il proprietario del terreno non ne sapeva nulla e oggi ha già provveduto a presentare una denuncia.

In grande stile

Un palco per la musica dal vivo, frigor per la vendita di alcolici e centinaia di persone assembrate, in spregio alla normativa anti Covid. Così si è presentata la scena agli occhi della Polizia locale. Non solo, gli organizzatori si stavano adoperando per far giungere a Corbetta un numero di avventori sempre crescente grazie a un sistema di pullman/navette.

Il maxi palco per la festa abusiva nelle campagne corbettesi

Multe e denunce

“Per fortuna – continua il sindaco Ballarini – l’unica festa è stata quella che abbiamo fatto a loro, con importanti sanzioni e annessa denuncia all’autorità giudiziaria”.