Cronaca – Guardone al parco: scatta foto ai bambini, denunciato pakistano

Fatto increscioso e preoccupante a Marcallo con Casone, nel Milanese, dove è stato denunciato alle forze dell’ordine un uomo che si aggira al Parco Ghiotti con fare alquanto sospetto, scattando fotografie sia ai bambine sia alle ragazzine adolescenti. Carabinieri e polizia locale hanno identificato il soggetto, che per ora tuttavia è sempre a piede libero. Anche il sindaco in campo: “Chi vede qualcosa di sospetto, segnali subito”

16 AGOSTO 2016

di Daniele Di Sica

MARCALLO CON CASONE (MILANO) – E’ una vera e propria caccia all’uomo quella che sta travolgendo da fine luglio Marcallo con Casone. Tutto comincia venerdì 22 luglio, quando un cittadino segnala la presenza di un uomo che si aggira nel Parco Ghiotti, scrutando ed osservando ragazzine e bambini per poi scattare loro delle fotografie, mentre stanno giocando e correndo.

L’allarme

Fatti deplorevoli che, se appurati, potranno costare caro al soggetto, che dalle diverse segnalazioni dei genitori è un ragazzo di etnia pakistana. I marcallesi sono entrati subito in uno stato di allarmismo e hanno cominciato a ‘pedinare’ e segnalare ogni movimento dell’uomo. Stando alla ricostruzione delle varie identificazioni, il pakistano ha continuato ad aggirarsi in un’area che va dal Parco Ghiotti, proprio di fronte al palazzo municipale e la centralissima piazza Italia. Oltre al già increscioso atteggiamento intrattenuto al Parco, secondo le testimonianze dei cittadini, il ragazzo pakistano ha manifestato in piazza Italia dei comportamenti decisamente strani: camminata lenta e meccanica, scrutava tutti i passanti in modo assolutamente ossessivo, fissandoli con estremo sospetto.

La denuncia

I genitori e i passanti non hanno esitato un secondo e sono passati dalle parole ai fatti, denunciando subito l’episodio e il soggetto alle forze dell’ordine. I controlli da parte delle autorità competenti sono scattati immediatamente; infatti alle 19.30 dello stesso venerdì, una pattuglia dei Carabinieri ha effettuato una ronda di monitoraggio proprio in piazza Italia, luogo in cui è avvenuto l’ultimo avvistamento del ragazzo pakistano. L’uomo attualmente è a piede libero e ha praticamente gli occhi di tutto il paese puntati addosso. Sui disdicevoli episodi ora stanno indagando gli inquirenti.

Parla il sindaco

Ma sulla questione interviene anche il primo cittadino, Massimo Olivares, che invita tutti a continuare a tenere gli occhi ben aperti e segnalare ogni minimo movimento e situazione sospetta: “Se qualcuno lo nota ancora, vi invito anche ad allertare gli agenti della polizia locale”. Per i Carabinieri e per gli uomini del comandante Antonio Schintu saranno giorni pregni di segnalazioni e richiederanno tutta la loro esperienza e competenza. In ogni caso, a Marcallo con Casone ormai è caccia all’uomo, e i genitori sono alquanto preoccupati per la presenza di un uomo che ha fotografato, neanche troppo discretamente, i loro figli e le loro figlie.