Cronaca – Si ‘rompono’ le campane, i fedeli le ripagano con 125.000 euro

A Villa Cortese, in provincia di Milano, il parroco chiede un aiuto economico alla comunità per ristrutturare le campane: i cittadini rispondono con 125.000 euro

4 MARZO 2018

di Lorenzo Rotella

VILLA CORTESE (MILANO) – Buone notizie in merito alle otto campane della chiesa di San Vittore Martire: entro la messa di Pasqua potrebbero ritornare al loro posto. E’ quanto annuncia don Maurizio Toia, interpellato dal nostro giornale: “In questo momento le stanno ristrutturando, e se tutto va bene potrebbero tornare in tempo per Pasqua”. Non c’è una tempistica certa, ma il periodo indicativo in cui il campanile sarà riattivo pare proprio essere quello. Nel frattempo, il suono è stato sostituito con delle registrazioni a cadenza regolare, per consentire il regolare svolgimento delle varie cerimonie.

Don Maurizio: “Spesa interamente sostenuta dai fedeli”
Intanto, si scopre qualcosa in più sulla cifra stimata per il restauro. E ancora una volta, a rispondere alla domanda è don Maurizio: “La spesa preventiva è di 125.000 euro, che verrà interamente coperta dalle offerte dei fedeli di Villa Cortese che hanno risposto in maniera sostanziosa all’appello della parrocchia”.

Una comunità generosa
Si tratta di una cifra consistente, considerando che il Comune di Villa Cortese conta poco più di 6.000 abitanti. Contando ogni singolo essere umano residente nel territorio, si parla di 19,8 euro a testa. Il denaro raccolto in questo modo servirà per riportare le otto campane nella chiesa di San Vittore Martire. E il fatto che così tanti soldi siano stati raccolti dalla comunità, indipendentemente da chi e quanto abbiano deciso di devolvere alla parrocchia, indica un’elevata generosità da parte dei fedeli. Non resta dunque che attendere, sperando che la Pasqua venga annunciata da un campanile completamente restaurato e non da semplici nastri registrati.