Cronaca – Trovato il cadavere di Giuseppe Chiodini, scomparso da giorni

Era scomparso da Vittuone, nel Milanese, lo scorso 2 marzo. Da allora erano state avviate le ricerche in tutta Italia. Oggi però il triste epilogo: il cadavere di Giuseppe Chiodini, 66 anni, è stato trovato nelle campagne di Galliate, in provincia di Novara, nei pressi del Ticino. Il triste annuncio del figlio Luca su Facebook

21 MARZO 2017

di Redazione

GALLIATE (NOVARA) – E’ di Giuseppe Chiodini – 66 anni, architetto, residente a Vittuone, nel Milanese – il cadavere trovato oggi in tarda mattinata a Galliate, in provincia di Novara. Il corpo senza vita del 66enne è stato trovato nei pressi del fiume Ticino. A darne l’annuncio il figlio Luca su Facebook.

morto giuseppe chiodini annuncio figlio facebook
Il triste annuncio di Luca Chiodini su Facebook in merito alla morte di suo padre

(CLICCA SULL’IMMAGINE PER INGRANDIRE)

La scomparsa

Chiodini era scomparso da casa giovedì 2 marzo, intorno alle ore 17.00. Da allora erano in corso le ricerche. Era stato anche diffuso un identikit: quello di un uomo alto circa 1.70 che, al momento della scomparsa, indossava un impermeabile blu con sotto una felpa grigia e dei jeans. Suo figlio aveva aggiunto altri particolari: “Siamo sicuri che, fino alle 17, fosse in casa. Aveva l’influenza nei giorni scorsi. Mio padre soffre di diabete e una delle conseguenza che la malattia può portare è l’amnesia”.

Gli avvistamenti 

Diversi erano stati gli avvistamenti segnalati; c’è chi dice di averlo visto giovedì pomeriggio alla stazione di Vittuone, mentre comprava un biglietto per andare a Milano e chi, in effetti, sostiene di averlo avvistato alla stazione di Porta Garibaldi. Altri invece sostengono di aver notato Giuseppe giovedì pomeriggio a Rho. Altri avvistamenti, venerdì 3 marzo, a Bareggio, e poi vicino alla rotonda del Laghetto Caldara Sedriano. L’informazione certa, sulla quale concordano tutte le persone che sostengono di aver avvistato Giuseppe, è che l’uomo si trovasse in uno stato confusionale, di disorientamento.

Il triste epilogo

L’ultima volta che qualcuno dice di averlo visto risale a settimana scorsa, Chiodini avrebbe chiesto indicazioni ad alcuni ragazzi alla stazione metro di Molino Dorino: cercava un pullman per raggiungere Robecchetto con Induno, paesino in provincia di Milano, che si affaccia su Ticino e molto vicino al Novarese, dove il cadavere è stato ritrovato.