Donna aggredita a Vimercate con spintoni e schiaffi alla testa: aveva lasciato da poco l’ex compagno geloso.

12 GENNAIO 2021

di Francesca Ceriani

VIMERCATE (MONZA-BRIANZA) – Una donna di 50 anni è stata aggredita in strada, a Vimercate, dall’ex compagno 37enne. L’uomo è stato arrestato dai Carabinieri.

Donna aggredita

Aveva trascorso il Natale da solo perché la donna con la quale aveva una relazione sentimentale lo aveva lasciato. Ma la gelosia era proseguita anche oltre la convivenza e, finite le feste, è sfociata in una violenta aggressione in strada. I carabinieri di Vimercate hanno arrestato un 37enne, operaio, in flagranza di reato per rapina e lesioni personali. L’intervento è scattato nella mattinata di sabato 9 gennaio e a dare l’allarme sono stati alcuni passanti. La 50enne camminava per strada: lui l’ha colpita con spintoni e schiaffi alla testa fino a farla cadere e a strapparle lo smartphone di mano. I fatti sono avvenuti a poche centinaia di metri dal centro cittadino e i militari, giunti sul posto, hanno prestato soccorso alla donna. Poi si sono messi all’inseguimento del rapinatore, fermato a meno di un chilometro di distanza con ancora in tasca il cellulare della donna.

I precedenti

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

La vittima ha sporto denuncia ai Carabinieri e ha portato alla luce il contesto dell’aggressione, scaturita dopo l’interruzione della relazione e della convivenza con l’uomo che – iniziata a settembre – si era poi interrotta a dicembre. Davanti ai militari ha ammesso i reiterati maltrattamenti e le violenze, ripercorrendo inoltre le continue vessazioni subite dall’ex compagno. L’operaio 37enne a partire dal mese di settembre 2020, aveva iniziato a controllare la vita della donna che lavora come badante, impedendole qualsiasi contatto con amici e parenti, vietandole anche di usare i social, riferendo che al culmine di alcune liti lo stesso le aveva distrutto i cellulari che aveva in uso.

L’arresto

La donna ha riportato una “contusione alla testa, faccia e spalla”, con una prognosi di 7 giorni. Il 37enne, arrestato in flagranza poiché ritenuto responsabile dei reati di rapina e lesioni personali, su disposizione del sostituto Procuratore di turno della Procura della Repubblica di Monza è rimasto presso le camere di Sicurezza del Comando Compagnia Carabinieri di Vimercate. In mattinata si è svolta l’udienza di convalida, al termine della quale è stato disposto nei confronti dell’uomo il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla ex compagna.

I COMMENTI