Blitz dei Carabinieri (GUARDA IL VIDEO) in un’azienda di Garbagnate Milanese: grossi quantitativi di stupefacenti e ingenti somme di denaro nascosti in bidoni e cassette. Arrestato il titolare

19 FEBBRAIO 2020

di Redazione

ROVELLO PORRO (COMO) – I Carabinieri della Stazione di Garbagnate Milanese, l’altro ieri, hanno arrestato un uomo di 43 anni, italiano, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

La perquisizione

L’arresto è stato eseguito a seguito di un controllo nella sede di un’azienda agricola, intestata al 43enne e sita a Rovello Porro (Como). I militari hanno deciso di effettuare una perquisizione alla sua azienda, dal momento che il soggetto, convocato in caserma per una notifica, aveva riferito di essere un agricoltore e di aver appena interrotto una coltivazione di cannabis light legale, poiché divenuta poco redditizia.

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

Droga e soldi

I Carabinieri, insospettiti dalle sue dichiarazioni, hanno così deciso di andare a dare un’occhiata. Durante il controllo (GUARDA IL VIDEO) sono state trovate buste e barattolini sigillati con l’insegna e le garanzie tipiche della cannabis light. La sostanza contenuta all’interno, però, non era cannabis light ma stupefacenti veri e propri. Durante la perquisizione sono stati inoltre rinvenuti 100.000 euro in contanti suddivisi in 10 mazzette, banconote occultate all’interno di un bidone di plastica e avvolte nel cellophane. Il 43enne aveva con se altri 4.100 euro in contanti. Complessivamente sono stati sequestrati 960 grammi di marijuana e 16 grammi di hashish. Sono stati infine trovati una bilancia di precisione e una macchina per il sottovuoto.

GUARDA IL VIDEO DELL’OPERAZIONE