Ossona, uomo di mezza età molesta 2 ragazzine mentre tornano da scuola

Studentesse importunate da un’uomo di mezza età a bordo di un’auto grigia. Per salvarsi, le 2 ragazzine hanno iniziato a urlare e hanno attirato l’attenzione di un passante che è intervenuto.

Di Daniela Nebuloni

OSSONA (MILANO) – 2 ragazzine molestate per strada mentre tornano da scuola. E’ accaduto a Ossona, la scorsa settimana. Come capita in tutti i paesi piccoli, terminata la scuola gli amici si incontrano all’uscita e capita che facciano il percorso insieme per tornare a casa oppure per andare alle attività sportive o semplicemente si ritrovino per svagarsi un pochino.

2 ragazzine molestate per strada

Così hanno fatto due amiche un pomeriggio della passata settimana. Mentre camminavano per le vie del paese, le due ragazzine sono state importunate da un uomo alla guida di un’auto. Il molestatore ha seguito le due giovanissime per alcune vie, nonostante le ragazze lo abbiano intimato a smettere di seguirle e di importunarle.

Maniaco a bordo di un’auto

Dai primi riscontri, pare che l’uomo fosse di mezza età e guidasse un’auto grigia, di modello imprecisato ma comunque vecchio. Le due ragazze hanno continuato a urlare all’uomo di non seguirle tanto che un uomo a piedi ha capito che qualcosa non andava.

Le urla e il provvidenziale intervento di un passante

Il passante è andato incontro alle ragazze e le ha aiutate: a quel punto la macchina con a bordo il molestatore se ne è andata. È stata una brutta esperienza per le due amiche, fortunatamente senza conseguenze gravi.

Come comportarsi in situazioni di emergenza

Resta importante prestare sempre attenzione e da questo fatto si può imparare come comportarsi in questi casi: gridare per farsi notare e poi telefonare alle forze dell’ordine. In questo caso è stato risolutivo il passante che, camminando per strada, ha riconosciuto una situazione critica ed è intervenuto per aiutare le ragazze: un gesto di grande valore civico.

Il sindaco: “Episodio deprecabile”

Il sindaco Marino Venegoni si è detto dispiaciuto di quanto accaduto: “Si deve prestare sempre molta attenzione – ha detto il primo cittadino – Bisogna sempre avere i numeri d’emergenza sotto mano da chiamare in situazioni di pericolo e insegnare ai giovani di essere sempre prudenti. Purtroppo sono cose che succedono, sono cose deprecabili. Credo che il territorio sia abbastanza attenzionato, la Polizia Locale gira spesso nelle ore diurne, però purtroppo non può essere onnipresente”. Dell’accaduto sono stati avvertiti i Carabinieri.