Elezioni 2017 – In scena l’ultimo ‘duello’ prima del ballottaggio

A Magenta, giovedì 22 giugno, confronto aperto a tutti i cittadini tra i due candidati sindaci che si sfideranno al ballottaggio. Domande scomode e argomenti scottanti per mettere alla prova Chiara Calati (la sfidante del centrodestra) e Marco Invernizzi, il sindaco uscente di centrosinistra. Modera il direttore del nostro sito, Ersilio Mattioni. Diretta streaming a cura di Francesco Bienati sulla pagina Facebook di Cam

17 GIUGNO 2017

di Redazione

MAGENTA (MI) – Gli organi d’informazione Libera Stampa l’Altomilanese e CorriereAltomilanese organizzano, alle ore 21.15 di giovedì 22 giugno, il ‘duello’ tra i candidati sindaci che si contenderanno la guida della città nel ballottaggio previsto per domenica 25 giugno. Nell’ampio spazio della Sala consiliare di via Fornaroli 30 (inserita nel complesso che ospita la biblioteca) Chiara Calati, leader della coalizione di centrodestra, e Marco Invernizzi, primo cittadino a caccia della riconferma, si esibiranno in un agguerrito confronto per cercare un’ultima volta di convincere i cittadini a votare. Con l’obiettivo di confermare o ribaltare un bilancio che, al primo turno, ha fatto registrare una strepitosa vittoria di Calati. L’incontro sarà trasmesso in diretta su Facebook sulla pagina di CorriereAltomilanese.

Un incontro da non perdere

Domande scomode, argomenti scottanti e nessun filtro, come nello stile giornalistico di Libera Stampa l’Altomilanese. La prova finale, la più difficile per i protagonisti di questa nuova corsa alle massime cariche della città, sarà moderata dal direttore del nostro sito web e caporedattore di Libera Stampa l’Altomilanese, Ersilio Mattioni.

Invernizzi all’attacco

Nell’ultima intervista, in sindaco uscente si è mostrato grintoso e determinato. Non certo fiaccato dal risultato delll’11 giugno, ha promesso battaglia senza quartiere verso chi, secondo Invernizzi, ha imbastito una campagna elettorale basata su bugie e scorrettezze. Tempo di tirare fuori più di un sassolino dalla scarpa, ma anche quello di affrontare senza giustificazioni gli errori di 5 anni di amministrazione.

Calati non si tira indietro

Rappresenta un centrodestra forte del 47 per cento dei consensi ottenuti al primo turno, ma per Chiara Calati non è ancora finita. Il nuovo volto della politica Magentina non si sottrae al confronto, contando sui risultati delle urne e su un programma che va a toccare i nervi scoperti dell’amministrazione precedente. Ma anche la coalizione di Calati nasconde alcuni scheletri nell’armadio, a cui ora non può sfuggire.