Politica – Elezioni 2017: il sindaco Pd tenta il bis, parte il valzer delle alleanze

A Magnago Carla Picco (centrosinistra), è in scadenza di mandato e vuole ricandidarsi alle prossime comunali del 2017. Primi colpi di scena: un consigliere di centrodestra le chiede di stringere un’inedita alleanza.

3 GENNAIO 2016

di Deborah Alì

MAGNAGO (MILANO) – Elezioni comunali a Magnago, paese di oltre 9.000 abitanti nell’hinterland milanese: Carla Picco si candida a sindaco per la seconda volta con il centrosinistra.

La decisione

In mezzo a tante indiscrezioni, nei giorni scorsi è arrivato il primo punto fermo: il primo cittadino ha confermato la sua corsa alle amministrative del 2017. Squadra che vince non si cambia, ma potrebbero cambiare gli assessorati. La notizia della ricandidatura arriva direttamente da Picco, ma gli addetti ai lavori che in questi giorni si aggirano tra le mura del palazzo comunale e captano tutte le voci giurano che, in caso di vittoria della lista civica sostenuta dal centrosinistra, gli assessorati potrebbero subire importanti modifiche.

Proposta ‘choc’ del centrodestra: “Stringiamo un’alleanza”

Ma la notizia che scotta è un’altra. A quanto parre l’attuale consigliere di opposizione Mario Ceriotti avrebbe proposto a Picco un’alleanza. Proposta presa in esame e poi rifiutata dall’attuale sindaco. “Ceriotti vuole gareggiare – ci spiega la nostra fonte – tra poco lascerà le redini della sua azienda e avrà tempo da dedicare al bene del paese. Ha buone idee, molte si avvicinano a quelle dell’amministrazione Picco alla quale non ha mai fatto una vera e propria opposizione. Il rifiuto di Picco non gli impedirà di partecipare alle elezioni. È intenzionato a creare una sua lista e ha le competenze per farlo”.

La Lega Nord non sta a guardare

A rimettersi in gioco è anche Andrea Coscetti, che alle ultime elezioni ha stracciato la Lega Nord, il suo vecchio partito. E proprio quest’ultima vuole prendersi la rivincita. Dopo la batosta del 2012 hanno deciso di gareggiare a fianco del centrodestra e in queste settimane starebbero mettendo a punto l’accordo con l’ex sindaco Ferruccio Binaghi. “La Lega vorrebbe un loro uomo come candidato sindaco – continua la fonte interna – e Binaghi potrebbe anche accettare di essere il vice di Giovanni Colombo”. Ma in pochi credono a questa possibilità, anche perché sarebbe molto rischioso. L’esperienza politica di Colombo è stata troppo volubile. Ricordiamo che Giovanni Colombo è sceso in campo al posto del padre Roberto, di Forza Italia, con la lista civica sostenuta dal Partito Democratico, per poi abbandonare i banchi di opposizione e affiliarsi al partito leghista. Ai cittadini adesso non resta che aspettare di vedere cosa porterà il 2017.