Ennesima truffa ai danno una persona anziana: i malviventi agiscono al telefono, si fingono familiari e poi mandano qualcuno a ritirare tutti i beni di valore. “Erano i ricordi di una vita”, l’amara riflessione della figlia della donna truffata

di Daniela Nebuloni

OSSONA (MILANO) – Ennesima truffa, stavolta telefonica, a Ossona, nel Milanese. Lo scorso mercoledì 1 giugno una donna anziana è stata raggirata con un collaudato stratagemma. Non è la prima volta che i truffatori agiscono in questo modo, approfittando di persone anziane o fragili.

Ennesima truffa

Suona il telefono fisso, la donna risponde. Dall’altra parte del ricevitore sente la voce di una persona che, spacciandosi per la figlia, chiede soldi e oro, paventando un’emergenza improvvisa. Nel giro di poco si presenta a casa una donna di colore, con capelli scuri, non molto alta e vestita di nero. La truffatrice chiede alla signora di uscire da casa e si fa consegnare il pacchetto contenente tutti i suoi averi,

“Ricordi di una vita”

I soldi hanno sempre un valore relativo. Ma gli ori e i gioielli, spesso, rappresentano i momenti importanti. “Erano i ricordi di una vita”, ha detto la figlia dell’anziana truffata. Ricordi che oggi non ci sono più: rubati da malviventi senza scrupoli, che scelgono le vittime tra le persone più fragili.

Tecnica collaudata

L’episodio di Ossona è solo l’ultima ennesima truffa ai danni degli anziani. La tecnica è collaudata. Tutto inizia con una chiamata sul telefono fisso. I truffatori trovano i numeri negli elenchi telefonici, chiamano e conducono la conversazione riferendo di avere un urgente bisogno di denaro, spesso spacciandosi per parenti. Di solito, durante la telefonata, viene anticipato che passerà un’altra persona a ritirare il denaro. In caso di telefonate simili è sempre meglio verificare la situazione dei propri cari e contattare le Forze dell’ordine.    

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.