Aveva la febbre da 48 ore ma andava in giro come se nulla fosse

18 DICEMBRE 2020

Di Redazione

BUSTO ARSIZIOARCONATE – Donna sviene in un bar del centro di Busto Arsizio: il titolare la soccorre e, quando si riprende, scopre che aveva la febbre da un paio di giorni e che, nonostante le sue condizioni di salute, continuava ad andare in giro come se nulla fosse.

Aveva la febbre

Davvero increscioso quanto accaduto martedì scorso, 8 dicembre, a Busto Arsizio. La donna, una cliente abituale del bar, è entrata nel locale in tarda mattinata. Dopo essere stata servita, si è sentita male ed è crollata a terra. Il titolare, un 40enne di Arconate, con grande prontezza di riflessi e spirito, l’ha subito soccorsa. Dopo aver ripreso conoscenza, la cliente ha ammesso di sentirsi male da qualche giorno: “Ho la febbre da 48 ore e non mi passa”. A quel punto il ristoratore, a metà tra l’incredulo e l’adirato, ha avvisato subito il 112. Un’ambulanza è giunta sul posto in pochi minuti. I sanitari, oltre a redarguire la donna per il suo comportamento irresponsabile e poco giudizioso, non hanno potuto far altro che prendere atto della situazione e portarla al pronto soccorso. La donna, che presenta alcuni sintomi Covid, è stata subito sottoposta al tampone molecolare e questa mattina, venerdì 18 dicembre, è risultata positiva al Covid.

Barista in isolamento

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

Intanto, però, il barista ha dovuto chiudere il locale (dopo soli 2 giorni di apertura), rinunciando all’incasso dei giorni precedenti alle festività natalizie, e isolarsi dal resto della famiglia – moglie e figlio – per il rischio contagio. Di umore nero, il titolare non ha nascosto l’irritazione per il comportamento del tutto irresponsabile della sua cliente. “In via del tutto precauzionale – ha dichiarato – e per rispetto nei confronti dei clienti e della collettività, mi metto in isolamento e sono costretto a chiudere fino a che la situazione non sarà chiarita”.

A rischio sanzione

Toccherà ora ai soccorritori capire se il comportamento della donna configuri una violazione delle regole contenute nell’ultimo Dpcm firmato dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. In quel caso, la cliente rischia una sanzione salatissima: in quel caso, ci penserà sicuramente due volte prima di mettere di nuovo a repentaglio la sua salute e quelle delle persone che le stanno intorno.

I COMMENTI