La bimba, che frequentava l’asilo di Sedriano, è in osservazione, ma le sue condizioni sono stabili

3 GENNAIO 2021

di Francesca Ceriani

SEDRIANO (MILANO) – Focolaio all’asilo ‘Rodari’ di Sedriano, nel Milanese: una bambina di 3 anni è stata ricoverata in ospedale a causa del Coronavirus.

Bimba ricoverata

La notizia è ormai nota: lo scorso 22 dicembre la dirigente scolastica, Marzia Monica Costa, ha chiuso l’asilo a causa del crescente numero di contagi all’interno della struttura. Al 30 dicembre scorso i casi registrati in maniera ufficiale davano 29 bambini positivi e 18 educatrici. Tutti gli alunni (243) si trovano in quarantena e con loro, ovviamente, le famiglie. Si parla quindi di circa 200 nuclei familiari in isolamento. I numeri delle positività sono però destinati a crescere, in quanto molti si sono sottoposti solo nei giorni scorsi al tampone e la loro positività (per ora comunicata solo in via ufficiosa) non è ancora stata registrata. Intanto, nelle scorse ore, è arrivata una brutta notizia: una delle bimbe frequentanti l’asilo, risultata positiva, si trova in ospedale.

Condizioni stabili

A diramare e confermare la notizia, il responsabile della sezione frequentata dalla bimba: “Comunico ufficialmente – si legge nell’avviso – che una bimba è ricoverata. Ho parlato con la famiglia e smentisco in maniera categorica le voci che stanno circolando. La bambina è in osservazione con situazione stabile. Chiederei rispetto e sensibilità verso la bimba”. Nelle ore prima della conferma, infatti, si ipotizzava che le condizioni della piccola fossero gravi e che fosse stato necessario un ricovero d’urgenza. A smentire tale circostanza anche il sindaco, Angelo Cipriani: “La bambina è stabile: si trova nel reparto ordinario e non in Rianimazione”.

Il commento del sindaco

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

Il primo cittadino aggiunge: “La bambina è stata ricoverata perché era positiva e aveva la febbre alta, ora sta decisamente meglio ed è stabile. Questa è la cosa importante e sono contento che stia andando tutto bene. Per la ripresa della scuola era doverosa una sanificazione decisa e l’abbiamo fatta. Stiamo lavorando a stretto contatto con la scuola per aumentare le azioni finalizzate a diminuire ancora di più i rischi. La situazione dei contagi tra bambini e educatrici è in evoluzione, faremo il punto domani, lunedì 4 gennaio”.

I COMMENTI