Il noto ‘Hotel Motel Europa’ di Ossona, nel Milanese, ha partecipato alla manifestazione di Roma contro il Governo: “Con queste norme è inutile restare aperti”.

31 GENNAIO 2021

di Francesco Bagini

OSSONA (MILANO) – C’era anche una delegazione dell’Hotel Motel Europa di Ossona, nel Milanese, lunedì scorso a Roma. Il 25 gennaio, infatti, nella Capitale si è tenuta una manifestazione nazionale di protesta contro la gestione della pandemia da parte del Governo Conte.

La manifestazione di Roma

L’evento è stato organizzato da MIO (Movimento Imprese Ospitalità): “In ballo c’è il futuro di uno dei comparti industriali italiani più forti“, hanno dichiarato i manifestanti in piazza del Popolo. “Al Governo non chiediamo ristori, ma di poter aprire i nostri locali dal primo febbraio. Non capiamo perché in autostrada si possa prendere un caffè 24 ore al giorno e a noi non sia permesso lavorare“.

“Abbiamo perso il 60% del fatturato”

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

Come detto, tra i portavoce per il territorio del Magentino c’era l’albergo ossonese di via Toscana 18, attivo in paese da oltre 25 anni: “Ci siamo uniti alla manifestazione di Roma attraverso le associazioni ‘La Milano che conviene’, ‘Unione Ristoranti del Buon Ricordo’ e ‘Ristoranti del Buongusto’“, ha spiegato, ai microfoni di ‘Libera Stampa l’Altomilanese‘, Anna, la direttrice dell’Hotel Motel Europa. “Noi abbiamo 92 camere e 11 dipendenti. Le perdite dal punto di vista economico nel 2020 sono state del 60% circa“.

La mancanza di eventi e fiere

Quello che, però, nelle ultime settimane ci ha penalizzato molto è stata la chiusura delle Regioni in base ai colori“, ha proseguito Anna. “Con gli spostamenti vietati si annulla di fatto la clientela business, in particolare composta da stranieri, con cui l’Hotel lavora parecchio grazie a eventi e fiere. In più, con i ristoranti chiusi in zona ‘arancione’ e ‘rossa’, la situazione si è aggravata  perché si è fermato il flusso di coloro che operano nei cantieri. Speriamo che le regioni si ‘scolorino’ il prima possibile“.

“Così è inutile rimanere aperti”

Intanto, anche se il 2021 è appena iniziato, molte esposizioni in programma nei padiglioni della Fiera di Rho sono già state posticipate alla seconda metà dell’anno. Su tutte il Salone del Mobile, ‘saltato’ 12 mesi fa a causa della pandemia. Ora l’evento è ‘slittato’ dalla primavera al 5-10 settembre 2021. “Finché gli spostamenti saranno limitati, per noi, è quasi inutile tenere aperto l’hotel“, ha chiosato la direttrice.

I COMMENTI