L’accusa: “Il gruppo ‘Italia Viva Corbetta’ non è stato riconosciuto ufficialmente”

6 GENNAIO 2021

di Francesca Ceriani

CORBETTA (MILANO) – Il gruppo di ‘Italia Viva Corbetta’ è appena nato e già suscita polemiche e dubbi. Ad avanzare perplessità la lista di maggioranza ‘Viviamo corbetta’.

Italia Viva, tutto in regola?

“Il mistero di Italia Viva Corbetta – Chi siete, si ma quanti siete… Si ma siete in regola?”. Così inizia il post del gruppo di maggioranza pubblicato su Facebook nella giornata di ieri, martedì 5 gennaio. “Scopriamo, con nostra viva (questa sì, viva) sorpresa che a Corbetta è nato questo fantomatico gruppo. O almeno, è nato su Facebook. Appena nati e già prontissimi a sparare sentenze contro il sindaco Marco Ballarini e a elogiare gestioni del bene pubblico disastrose come quelle del Centrosinistra a Corbetta. Ma questa sedicente organizzazione si presenta già con un mistero fitto, un vero giallo”.

I dubbi

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

Ma quali sono i dubbi avanzati da ‘Viviamo Corbetta’? Innanzitutto, “Non si capisce chi siano, non si capisce cosa vogliono e non si capisce se siano in regola”. “L’unica cosa certa – aggiungono gli esponenti della lista civica – è che si presentano giusto giusto a pochi mesi dalle elezioni. E noi alle coincidenze abbiamo smesso di crederci. Ciò che però vorremmo capire è se questi individui e il loro sedicente gruppo siano in regola con lo statuto di Italia Viva. Risulta, infatti, che non sono riconosciuti dalla lista dei Comitati Locali. A questo punto chiederemo conto al Comitato Nazionale “.

La replica

La sezione locale corbettese smentisce e contrattacca: “Il social media manager della lista Viviamo Corbetta (o chi per esso) scrive un post contro di noi e si appella addirittura a Matteo Renzi in merito alla nostra esistenza e alla nostra regolarità.
Sì, esistiamo. Sì, siamo in regola e facciamo parte della rete dei gruppi di iscritti di Italia Viva che collabora con il coordinamento di zona di Magentino Abbiatense e con il coordinamento provinciale di Milano.
E vorremmo anche ringraziarlo per la pubblicità gratuita, ma non lo facciamo perché poi si sentirebbe gratificato per aver scritto un post così politicamente scorretto da desiderare di scriverne altri.
Ma ciò che più ci fa pensare è che lo stesso si incarica di farci sapere che a Corbetta non è possibile esprime opinioni diverse. E’ forse venuta meno la libertà di opinione e di associazione nel nostro Comune?”

I COMMENTI