Sesso nel parcheggio privato: il caso degli amanti di Pontevecchio di Magenta fa discutere. La coppia è stata vista più volte. L’ultimo episodio qualche giorno fa, quando un residente le ha cacciati via

di Ersilio Mattioni

MAGENTA (MILANO) – Sesso nel parcheggio privato, il fatto increscioso avvenuto nella frazione di Pontevecchio di Magenta di discutere. Nel posteggio dell’ex Sporting Club Peralza una coppia di amanti è solita appartarsi – peraltro rompendo la catenella con il lucchetto che ne vieterebbe il transito, anche perché quegli stalli sono dei residenti del quartiere – per consumare momenti hot.

Sesso nel parcheggio

La faccenda è già stata segnalata più volte e settimana scorsa la coppia è stata vista di nuovo e invitata ad andarsene altrove. Difficile capire cosa spinga gli amanti a consumare sesso nel parcheggio, scegliendo proprio quel luogo. Tanto più che l’auto con la quale la coppia si imbosca è di grossa cilindrata e molto costosa. Il che farebbe supporre che spendere quattro spicci per una stanza in motel non dovrebbe essere un problema.

La tresca

Da ciò l’ipotesi che la coppia sia clandestina e che non desideri né farsi vedere troppo in giro né mostrare i documenti, indispensabili per affittare una camera. E allora il sesso nel parcheggio diventa una necessità e la campagna magentina, al riparo da occhi indiscreti, sembra la soluzione. Se questo è stato il ragionamento degli amanti, per carità, nessuna obiezione: in certi frangenti la prudenza è d’obbligo.

Il rischio

Però si potrebbe evitare, perlomeno, di andare a casa d’altri per farsi i propri comodi, anche perché prima o poi qualche residente potrebbe scocciarsi e segnalare auto e targa alle Forze dell’ordine. Insomma, c’è il concreto rischio che la tresca finisca male.

I COMMENTI