Casorezzo, 53enne in Rianimazione dopo malore in casa: i pompieri sfondano la porta

Ha rischiato di morire chiuso in casa un 53enne di Casorezzo: i Vigili del fuoco hanno sfondato la porta e lo hanno soccorso. Ora è ricoverato in Rianimazione

di Deborah Alì

CASOREZZO (MILANO) – Paura per un uomo di 53 anni, che nella mattinata di giovedì 2 febbraio ha avuto un malore in casa. Le sue condizioni sono serie: è ricoverato in Rianimazione.

I fatti

L’uomo non rispondeva né al telefono né al campanello, nonostante si trovasse all’interno della sua abitazione. A lanciare l’allarme è stata la governante, che giunta sul pianerottolo dell’appartamento ha provato a entrare in casa con il suo mazzo di chiavi. Senza riuscirvi, perché la porta era chiusa dall’interno.

I Vigili del fuoco

Alle 9,30 sono arrivati i Vigili del fuoco volontari di Inveruno che per entrare nell’abitazione sono passati dal balcone, al terzo piano della palazzina di via Rossini. Dopo aver forzato la porta-finestra e controllato che non ci fossero fughe di monossido di carbonio, i pompieri hanno trovato l’uomo disteso sul pavimento della camera da letto.

In Rianimazione

I soccorritori del 118 hanno trasferito in codice rosso il 53enne al pronto soccorso. L’uomo è in prognosi riservata nel reparto Rianimazione dell’ospedale di Magenta.

GUARDA LA VIDEO-PRESENTAZIONE DEL GIORNALE IN EDICOLA