2 agenti vengono dal consorzio, gli altri 2 dall’Idealservice. potranno fare multe a chi abbandona

di Riccardo Sala

L’amministrazione ora usa il pugno di ferro contro chi abbandona rifiuti per strada. In questi giorni sono infatti stati dispiegati sul territorio ben 4 eco-vigili, che avranno delle vere e proprie funzioni di pubblici ufficiali. Il loro compito sarà di perlustrare la città alla ricerca di violazioni delle norme vigenti in materia di conservazione e corretto smaltmento dei rifiuti, nonché del controllo su eventuali abbandoni di materiale nei parchi e nelle strade del paese. Questi nuovi elementi di controllo sono precisamente 2 dipendenti della società Consorzio dei Navigli e 2 della Cooperativa Idealservice, le società che si occupano ora di servizi legati all’ambiente e alla gestione dei rifiuti di Mesero. I quattro hanno poi seguito un corso apposito da parte del Comando Unico della polizia locale, superando tutti l’esame di idoneità. Ultimo passo della procedura, l’ufficiale ‘investitura’ dei quattro da parte del primo cittadino, che ha attribuito le funzioni di pubblico ufficiale. Ora, finalmente il Comune ha ottenuto nuove truppe da mettere in campo nella lotta agli incivili. Mesero infatti, convive con questo problema da diverso tempo, come ogni paese della zona, con la differenza che dall’ultimo anno il fenomeno sembra essersi acuito. Sarà la presenza di qualche incivile in più e l’introduzione di normative più stringenti verso la raccolta differenziata, fatto sta che qualche meserese preferisce disfarsi degli scarti in modi poco ortodossi. Più colpite le vie periferiche, come via Silvio Pellico o via 2 giugno, nonché alcune aree della zona produttiva Sud e al confine con Inveruno. Tantissimi casi nell’ultimo anno, che a volte hanno avuto un buon epilogo. Attraverso i primi esperimenti di analisi del contenuto dei sacchetti si era riuscito ad incastrare alcuni dei cittadini che si davano a questa pratica. Ora, con ben quattro agenti a pattugliare il territorio, gli invicili avranno vita davvero difficile.

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.