Mesero, sfreccia a velocità folle e un pedone rischia la vita: l’identikit del pirata

Sfreccia a velocità folle in un via con il limite a 50 chilometri orari. Il pirata guida un’auto rossa, ha più volte rischiato di investire persone a piedi o in bicicletta

di Redazione

MESERO (MILANO) – La denuncia arriva direttamente da una cittadina che ha rischiato di essere investita: “C’è un idiota con la macchina rossa che sfreccia a velocità folle sulla via Veneto, manco fosse all’autodromo di Monza. Se esce un pedone o un ciclista, poi ci scappa la disgrazia. Ma la gente che testa ha?” L’episodio – ma sarebbe meglio dire gli episodi – si è verificato durante lo scorso fine settimana e ha messo in allarme i residenti della zona.

A velocità folle

Un uomo – che non è ancora stato identificato – è solito transitare a velocità folle lungo via Veneto, dove il limite è di 50 chilometri orari. L’auto, di colore rosso, passa per quella strada più volte a settimana e sempre di corsa. L’ultima volta una donna ha rischiato di essere investita e ha pure segnalato il caso alle autorità competenti, ma non è stato in grado di fornire dettagli utili all’identificazione del pirata della strada.

I precedenti

Non è chiaro perché l’uomo, residente in paese, si diverta a spingere sull’acceleratore in una normale via di Mesero, dove non è raro incontrare biciclette e persone a piedi, anche genitori con bimbi piccoli. Ogni giorno qualcuno corre un pericolo serio e i cittadini hanno perso la pazienza. Uno di loro, per esempio, allarga il discorso alla sicurezza stradale: “Mesero ormai è allo sbando. Nessuno controlla. Dal pomeriggio fino alla notte. E’ uno schifo”.

Polizia locale

Lo sfogo appare esagerato, ma pone un tema: la presenza di una pattuglia della Polizia locale per le strade della cittadina. A quanto pare, di vigili, se ne vedono pochi. Così torna una vecchia polemica: “I vigili? Sono sempre a Marcallo e qui ognuno fa quello che vuole”. Qualcuno ricorrere persino agli insulti contro il pirata della strada, fino ad arrivare a vere e proprie minacce: “Questo signore farebbe bene a preoccuparsi, perché se qualche giorno qualcuno si innervosisce, lo prende e gli tira due sberle”.

Occorre denunciare

La giustizia fai-da-te non è mai una soluzione, soprattutto quando comporta violenza. La cosa migliore che i cittadini di via Veneto e dintorni possono fare è quella di identificare il cittadino irrispettoso oppure annotare la targa della sua auto. Dopodiché è possibile inviare alla Polizia locale o all’amministrazione una segnalazione completa, compresi i dettagli che potrebbero consentire di individuare il ‘pirata’ che sfreccia a velocità folle. Quest’ultimo riceverebbe una multa salatissima. Se non dovesse bastare, si può anche presentare una denuncia.