VIDEO – Milano, l’intervista al Rom scatena l’inferno: Salvini butta benzina sul fuoco

In una video-intervista, mandata in onda da TgCom 24, un cittadino Rom afferma che una casa popolare deve essere assegnata – anche illegalmente – a una famiglia straniera con 4-5 figli, prima che a un’anziana. Tempesta sui social. Matteo Salvini scatena l’inferno

25 MAGGIO 2016

di Laura Oldani

MILANO – Un video scatena l’inferno in poche ore sui social network. TgCom24 ha mandato in onda un’intervista fatta a un cittadino Rom, realizzata per le strade di Milano. La domanda posta era molto semplice: un’anziana di 80 o 90 anni ha diritto a vivere in una casa popolare che gli è stata assegnata al posto di qualcun altro? Il ragazzo risponde, visibilmente con astio, che l’anziana non ha diritto alla casa, perché “tanto gli rimane qualche anno da vivere”, mentre famiglie come la sua, con quattro o cinque figli, sì. Del resto, “l’anziana potrebbe tranquillamente andare in una casa di riposo o da parenti”.

Le reazioni della Lega Nord

Apriti cielo. L’ira del Carroccio è fuori controllo. Anche perché il segretario federale Matteo Salvini getta benzina sul fuoco, condividendo il video sulla sua pagina Facebook e commentando così: “Pazzesco!!! La teoria del signor Rom: giusto occupare la casa a cui avrebbe diritto un’anziana, perché tanto muore alla svelta, se ne vada all’ospizio! Una ruspa gigante non è abbastanza per uno così!” Un post che ha ottenuto 19.000 like, 23.000 condivisioni e una marea di commenti di ogni genere. La maggior parte danno ragione a Salvini. Altri credono sia semplicemente un’intervista montata a tavolino per fare audience. Quale è la verità? Per ora, regna il caos. E il 5 giugno i milanese votano per eleggere il proprio sindaco.