Mistero a Magnago: violenza contro un 18enne

Giallo sulla violenza di Magnago: il ragazzo, di 18 anni, non ha sporto denuncia

di Deborah Ali

MAGNAGO (MILANO) – Si cerca di capire il motivo della violenza per mano di un gruppo di persone contro un ragazzo di 18 anni. La violenza si è verificata nella notte tra sabato primo ottobre e domenica 2 a Magnago, nel Castanese. La vittima ha dichiarato di essere stato picchiato da un gruppo di ragazzi (probabilmente suoi coetanei). Il giovane ha riportato una ferita al sopracciglio destro.

Il giovane rifiuta il trasporto in ospedale

Sul posto, in via Daniele Crespi, sono intervenuti i soccorsi della Croce Azzurra di Buscate. La strada è una parallela di via Mameli che collega il centro di Magnago a quello di Vanzaghello. Il giovane ha rifiutato il trasporto in ospedale per i controlli di rito e non ha voluto sporgere denuncia. Era probabilmente spaventato da quello che gli era appena successo. La centrale operativa del 118 ha anche allertato i Carabinieri della caserma di Legnano.

Spaccio di droga vicino alla stazione

I motivi dell’aggressione non sono stati comunicati all’equipe medica giunta sul posto e, dunque, sul movente del pestaggio è ancora mistero fitto. Si ipotizzano, in ogni caso, due scenari. Il primo è quello di un regolamento di conti tra spacciatori e clienti. In questo caso il 18enne sarebbe stato coinvolto in una discussione degenerata poi in rissa. La zona dell’aggressione, infatti, è periferica e in prossimità della stazione ferroviaria, area nota per lo spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti.

Violenza e bullismo

A preoccupare maggiormente, però, è la seconda ipotesi. In questo caso il ragazzo sarebbe vittima di un’aggressione ingiustificata da parte del branco, magari un vero e proprio gesto di bullismo. In paese, alcuni anni fa, è nata l’Acbs Onlus. Vincenzo Vetere, insieme a un gruppo di amici, aveva deciso di dichiarare battaglia a un fenomeno che stava prendendo sempre più piede fra i giovanissimi. Fenomeno che tutt’ora risulta essere una piaga.

Molti casi di violenza in paese

In paese non è il primo episodio di violenza per strada. Pochi mesi fa una ragazza, anche lei da poco maggiorenne, era stata picchiata dal suo compagno a qualche centinaio di metri da via Crespi. In quel caso, per fermare l’aggressore, era stato necessario l’intervento di una volante dei Carabinieri di Legnano. Un paio di sere dopo una rissa in piazza Italia aveva visto protagoniste due donne di mezza età. Le due erano state separate dai clienti del bar presente nel centro appena la lite è degenerata in violenza.