L’ospedale sarà dedicato interamente ai pazienti positivi al virus

6 NOVEMBRE 2020

Di Redazione

GARBAGNATE MILANESE (MILANO) – L’ospedale di Garbagnate Milanese è diventato interamente Covid. Questa mattina ha aperto il quarto reparto per garantire accoglienza e assistenza ai numerosi pazienti che affollano il Pronto Soccorso.

Ospedale Covid

“La nuova apertura andrà a snellire i tempi di attesa. Purtroppo relativamente alla grave situazione epidemiologica in corso e all’insufficienza di posti letto disponibili sia a livello nazionale che regionale anche noi siamo coinvolti direttamente”, dichiara Martino Trapani, direttore medico di Garbagnate. “Come Asst Rhodense stiamo prendendo tutte le misure per supportare i colleghi che in questi giorni stanno vivendo fasi di gravi difficoltà aiutandoli con turni aggiuntivi. Stiamo facendo tutto il possibile. Invitiamo i cittadini a non affollare i pronto soccorsi se non per motivi gravi, prima devono sentire i propri medici di base”, conclude.

Attività ambulatoriali sospese

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. In questo periodo però le aziende sono chiuse e la pubblicità si è molto ridotta. Nel mese di marzo avete visitato il nostro sito e letto i nostri articoli 500.190 volte! Noi continuiamo a offrirvi la stessa informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

A Garbagnate tutte le attività chirurgiche e ambulatoriali sono sospese. Non si garantiscono urgenze in accordo con quelle che sono le indicazioni regionali per le strutture Covid. Restano puliti solo i reparti dell’area materno-infantile, con il punto nascita e la Pediatria che ha un percorso dedicato.

Riorganizzazione dell’ospedale

“E’ dal 15 ottobre che l’Asst Rhodense ha attivato la fase di programmazione riorganizzativa, aprendo da subito un reparto per i pazienti positivi al coronavirus”, aggiunge John Tremamondo, direttore della gestione operativa dell’Asst Rhodense. “Adesso chi arriva al Pronto Soccorso si sottopone al test rapido. Se risulta positivo viene portato nel quarto reparto definito in gergo “di area grigia” dove esegue il tampone molecolare e se la positività viene confermata, il paziente affronta il percorso Covid. Le difficoltà sono tante e noi stiamo cercando di arginarle al meglio ad esempio trasformando le attività di chirurgia e medicina ambulatoriale in modo da mettere il personale medico e di comparto a disposizione dei colleghi del Pronto Soccorso”, conclude Tremamondo.

I COMMENTI