Il sindaco di Parabiago rimandato su quasi tutto: mentre la sua amministrazione non ha demeritato, il primo cittadino è stato un pessimo esempio, tra violazioni delle regole e brutte figure

5 GENNAIO 2021

di Lorenzo Rotella

PARABIAGO (MILANO) – Nella pagella Covid di fine anno il sindaco di Parabiago, Raffaele Cucchi, si becca un 5 (media di 4 distinti voti). E la colpa è tutta sua, perché la macchina amministrativa, durante la pandemia, ha agito bene sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista organizzativo.

Errori madornali

Parabiago fa però parlare di sé per quegli errori madornali che il primo cittadino ha commesso, con tanto di magre figure. Emblematico il caso da noi sollevato della gustosa cenetta da asporto al ristorante ‘La Fornace’, all’interno del ‘Poli Hotel’ di San Vittore Olona.

Cena proibita

Domenica 8 novembre – quando due giorni prima era scattato il Dpcm che bloccava ogni movimento non giustificato fuori dal proprio comune di residenza – il sindaco si recò a San Vittore Olona per acquistare una cena, giustificando la sua presenza al ‘Poli Hotel’ con “una riunione di lavoro”, che l’hotel non ci ha mai confermato: aspettiamo ancora una telefonata.

Festa a mezzanotte

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

E vogliamo parlare della statua di ghiaccio del numero 2020 da distruggere alla mezzanotte di Capodanno in piazza Vittoria a Parabiago (trasgredendo tutte le regole anti Covid)? L’evento in presenza fu poi trasformato ‘magicamente’ (dopo le polemiche sollevate dall’opposizione) in una registrazione da mandare in onda in differita per non violare il coprifuoco.

Cattivo esempio

Il pessimo comportamento del sindaco di Parabiago fa ombra sulle luci che comunque ci sono, ma rappresentano ordinaria amministrazione: servizi per la Rsa comunale per resistere alla pandemia, aiuti agli esercenti, opere stradali e grandi progetti come il piano dell’ex Rede. La questione mensa, infine, non è imputabile a Cucchi, che si è speso per correre ai ripari.

Dubbi sulla trasparenza

Sulla trasparenza, invece, il sindaco di Parabiago è un disastro: in campagna elettorale e per tutta la ‘seconda ondata’ non ha mai comunicato dati precisi sui contagi e sui morti. E quando lo ha fatto, non c’è stata né periodicità né logica.

I COMMENTI