Politica&Affari – Berlusconi torna al mattone: business da 200 milioni

SILVIO E L’AFFARE DA 200 MILIONI DI EURO

A Milano 3, la città artificiale dentro il comune di Basiglio costruita da Silvio Berlusconi negli anni ’80, sta per andare in scena una delle più imponenti operazioni immobiliari degli ultimi decenni. Un prato, grande 200.000 metri quadrati, sta per essere invaso da ruspe e gru. Che edificheranno palazzi per 1.200 nuovi cittadini. Un affare da 200 milioni di euro, pianificato dall’ex premier in silenzio e con un particolare ‘aiutino’. Il mattone, per Berlusconi, è un vecchio amore. Solo che nessuno compra e nessuno vende. Neppure a Milano 3, dove il 15% delle case è invenduto. A chi serve tanto cemento? Un’inchiesta de Il Fatto Quotidiano, a cura di Ersilio Mattioni, ricostruisce un’intricata vicenda tra affari, politica, parenti e amici degli amici.

Leggi l’inchiesta di Ersilio Mattioni