Episodio gravissimo a Bareggio, nel Milanese, dove il capogruppo della Lega in consiglio comunale ha invitato il capogruppo Pd a suicidarsi con la canna del gas. Il motivo? Una foto ai banchi del centrodestra, dove i politici sedevano senza mascherine, proprio nel comune in cui il sindaco leghista aveva invitato a “tirare secchiate d’acqua contro chi non rispetta le regole”

31 LUGLIO 2020

di Ersilio Mattioni

BAREGGIO (MILANO) – “Nel consiglio comunale di questa sera (ieri, giovedì 30 luglio) la maggioranza ha deciso di fregarsene delle regole, non portando e indossando le mascherine. Il sindaco ha preparato le secchiate d’acqua?”. E’ quanto si legge in una nota del Pd.

Regole violate

A Bareggio sindaco, consiglieri di maggioranza e assessori se ne infischiano della pandemia e delle norme da adottare, prime fra tutte le distanze sociale e l’uso delle mascherine. Così il Pd lo fa notare, pubblicando una foto della seduta consiliare di ieri, venerdì 31 luglio.

Bareggio, consiglieri leghisti in aula senza mascherine

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. In questo periodo però le aziende sono chiuse e la pubblicità si è molto ridotta. Nel mese di marzo avete visitato il nostro sito e letto i nostri articoli 500.190 volte! Noi continuiamo a offrirvi la stessa informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

“Secchiate d’acqua”

Paradossale, perché proprio il sindaco leghista di Bareggio, Linda Colombo, aveva invitato, in un video-messaggio pieno di parolacce e insulti, a “tirare secchiate d’acqua” contro i cittadini che non rispettano la normativa anti Covid. E come la mettiamo con i politici leghisti?

Reazione violenta

Ma il peggio arriva oggi. A meno di ventiquattrore dal consiglio comunale il capogruppo della Lega, Giuseppe Sisti, spedisce un messaggio al capogruppo Pd, Tina Ciceri. Questo è il contenuto: “Era meglio se tenevi il tubo del gas davanti alla bocca”.

La replica: “Disgustata”

A queste incredibili parole, ancora più gravi perché pronunciate da un pubblico amministratore, il capogruppo Pd, Ciceri, ha così replicato: “Sono disgustata. Parole del genere istigano alla violenza, in un momento in cui le tensioni sono già alte. Credo che il sindaco debba prendere le distanze dalle parole di Sisti e togliergli la carica di capogruppo”.

Il capogruppo Pd al consiglio comunale di Bareggio, Tina Ciceri

Il Pd metropolitano

Il Pd metropolitano ha espresso “solidarietà al capogruppo del Pd in consiglio comunale a Bareggio per il pesante insulto ricevuto dal capogruppo della Lega”. Il segretario metropolitano Silvia Roggiani e il segretario cittadino Matteo Braga, in una nota ufficiale, parlano di “frase choc” e chiedono al sindaco di prendere provvedimenti.

I COMMENTI