Solo in edicola e solo con Libera Stampa l’Altomilanese: gli sviluppi dell’inchiesta della Procura di Milano sulle tagenti in Regione

27 LUGLIO 2018

di Redazione

MAGENTA-ARLUNO (MILANO) – Dalla sua azienda, la Air Protech di Magenta, erano spariti 3 milioni di euro e la responsabilità era ricaduta sulla contabile, indagata per appropriazioni indebita. La donna, però, dopo essere stata interrogata dai magistrati di Milano, ha rivolto accuse gravissime all’imprenditore di Arluno ed consigliere comunale di Forza Italia, Lauro Gatti. Secondo la ex contabile, Gatti sarebbe corresponsabile della sparizione di quei 3 milioni di euro e avrebbe inoltre pagato tangenti a funzionari di Regione Lombardia per ottenere appalti. L’imprenditore reagì con fermezza a queste accuse e denunciò la sua ex contabile per calunnia. Oggi però la Procura di Milano indaga sullo stesso imprenditore, che nei giorni scorsi ha ricevuto un avviso di garanzia ed è indagato per corruzione e concorso in appropriazione indebita. La replica di Gatti: “Dimostrerò la mia innocenza, sono accuse infamanti”. Tutti i dettagli in edicola con Libera Stampa l’Altomilanese.

(GUARDA LA NOSTRA ANTEPRIMA VIDEO)

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.