Il capo della Lega interviene sul caso di Robecchetto con Induno (Milano), dove una signora si è rifiutata di affittare un appartamento a una ragazza nata a Foggia, sentendo di essere “razzista al 100% e salviniana”

14 SETTEMBRE 2019

di Redazione

MILANO – “La signora è una cretina, imbecille e fuori dal tempo. E’ lontanissima dal mio personale pensiero. La scelta di unire tutto il Paese da Nord a Sud è una scelta sulla quale non si torna indietro”. Lo ha detto Matteo Salvini (GUARDA IL VIDEO), rispondendo a ‘La Repubblica’ a margine di un incontro a Milano, sul caso della ragazza di Foggia che si è vista negare una casa in affitto perché meridionale. L’episodio successo a Robecchetto con Induno (Milano), dove Deborah Prencipe (28 anni, nata a Foggia e residente in Brianza dal 2011) ha cercato invano di prendere una casa in affitto per essere più vicina alla sua fidanzata, Laura Ortolani. Trovata la casa a Malvaglio (una piccola frazione nel comune di Robecchetto con Induno), Deborah si è messa d’accordo con la padrona dell’alloggio per andare ad abitarci da ottobre. Giovedì 13 settembre, però, la madre della proprietaria, Patrizia, ha fatto saltare l’accordo per ragioni razziali (ASCOLTA L’AUDIO): “Sono razzista al 100%, leghista sfegatata e salviniana. Per me i meridionali sono come i neri e Rom. Di quella che pensa lei non me ne frega un cazzo”. L’audio con gli insulti di Patrizia è stato reso pubblico e finito poi sulla stampa locale e nazionale. Patrizia, il giorno dopo, ha chiesto scusa in diretta su ‘Radio24’: “Mi è partito il cervello, non so perché ho detto quelle cose, non le penso. E’ un periodo così, sono in menopausa”. La sua retromarcia è sembrata a molti tardiva e sospetta. Anche a Deborah e Laura, che hanno annunciato una denuncia nei confronti di Patrizia per discriminazione razziale.

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.