Travolto da un ciclista in volata: morto direttore di gara

Il direttore di gara Stefano Martolini, 41 anni, è morto sul colpo: era originario di Magenta

di Francesca Ceriani

MAGENTA (MILANO) – Dramma nel mondo del ciclismo: il direttore di gara Stefano Martolini, 41 anni, è stato travolto da un ciclista in volata ed è morto sul colpo. Il direttore sportivo della Viris Vigevano era originario di Magenta e viveva a Santo Stefano Ticino. Stefano aveva lavorato per anni con gli juniores di Busto Garolfo e proprio qui era stato uno dei promotori della gara ‘Tre sere di Busto Garolfo’. Dopo l’eperienza con i giovani, dal 2020 era entrato a far parte dello staff tecnico della Viris Vigevano. Da giovane, quando correva da junior alla Bareggese, era allenato da Luca Guercilena, ora general manager della Trek-Segafredo.

Dramma nel ciclismo: morto il direttore di gara Stefano Martolini

Epilogo tragico per la corsa del Trofeo di Castelfidardo (gara riservata ai dilettanti élite e under 23), nelle Marche, svoltasi ieri, domenica 22 maggio. A circa 400 metri dall’arrivo, in rettilineo, il ciclista friulano Nicola Venchiarutti, 23 anni, che corre per la Work Service, ha sbandato e ha travolto Stefano Martolini, direttore sportivo della Viris Vigevano, che si trovava in quel punto per rifornire i suoi corridori. Stefano si stava godendo la volata finale in via Recanatese. L’impatto, a oltre 60 chilometri all’ora, è stato fatale. Stefano è morto sul colpo: i soccorsi, arrivati immediatamente, sono stati inutili. Martolini, infatti, cadendo all’indietro, ha sbattuto la testa. Condizioni serie anche per il ciclista, che ha riportato alcune fratture dorsali e alle vertebre. Trasportato con l’elisoccorso all’ospedale di Ancona, il 23enne è sotto osservazione.

Nicola Venchiarutti, 23 anni, è in condizioni serie

La Procura apre un fascicolo

Da una prima ricostruzione sembra che il ciclista friulano, dopo essersi toccato con un avversario, abbia sbandato e perso il controllo della bici, uscendo dal manto stradale e finendo sul marciapiede. Sul posto, oltre ai soccorsi, sono arrivati i Carabinieri della Compagnia di Castelfidardo e la Polizia locale per svolgere i primi rilievi. Il magistrato di turno della Procura di Ancona ha aperto un fascicolo