Elezioni, Vanzaghello attende il ritorno di Teresa Vitali

‘Vanzaghello Futuro’ si prepara a scendere in campo con la leader che già guidò l’opposizione e che, una volta, andò vicinissima alla vittoria

di Deborah Ali

VANZAGHELLO (MILANO) – Elezioni 2024: il gruppo ‘Vanzaghello Futuro’ è pronto a trasformarsi in lista e a candidarsi alle comunali del 2024. Ezio Sartori è tra i favoriti per candidarsi a sindaco, insieme a Teresa Vitali e a Pierangelo Merlo. Gli altri nomi che comporranno la lista non sono ancora stati svelati e nessuna voce ha iniziato a circolare.

Le parole di Teresa Vitali

“Onestamente stiamo cominciando a parlare e a contattare alcune persone – spiega Vitali, che insieme a Sartori, è la fondatrice del gruppo – non escludiamo di fare una lista, tutto dipende da chi ci darà la disponibilità. Certamente il paese chiede un cambio di passo, c’è parecchio malcontento e, soprattutto, la mancanza di consapevolezza da parte dell’amministrazione del disagio che regna in paese. Non è convincendosi e ripetersi continuamente di avere fatto bene che i problemi si risolvono.

Il cambiamento atteso dai cittadini

“Purtroppo la mancanza di concretezza e di visione politica sta penalizzando il paese e i cittadini ne sono ben consapevoli – continua Vitali – a giudicare dalle richieste che ricevo quotidianamente di fare qualcosa. Ci proviamo”. E proprio in vista della campagna elettorale, Sartori continua a segnalare i problemi che affliggono il paese. Il referente della nuova pagina social ‘Vanzaghello Futuro’ ha recentemente pubblicato un video girato per le strade del paese, in particolare in via Donatori del Sangue e in via Rosmini, dove si evidenzia che tutta l’illuminazione pubblica della zona non è funzionante.

La promessa dell’amministrazione comunale

Un problema ammesso dall’amministrazione comunale del sindaco Arconte Gatti già lo scorso 4 ottobre. Il primo cittadino aveva tranquillizzato i residenti, affermando che l’ufficio tecnico stava lavorando per risolvere il guasto. Ma da allora i problemi non sono ancora stati risolti e il Comune non ha più aggiornato i cittadini sugli eventuali progressi fatti o sulle problematiche che si stanno riscontrando nelle operazioni di sistemazione.