Nel 2017 in Italia frotte di imbecilli hanno buttato 96 miliardi di euro tra ‘macchinette’ disseminate nei bar e lotterie di vario genere. Ma vincere è impossibile

22 GIUGNO 2016

di Ersilio Mattioni

ROMA – Non esiste governo che abbia mai messo in discussione il gioco d’azzardo, non esiste gestore di una sala da gioco che abbia mai detto la verità sulle possibilità di vincere, non esiste pubblicità che non menta sul funzionamento di una slot machine. Eppure capirlo non è affatto difficile, basta la matematica.

Il grande inganno

“Per ogni euro introdotto in una slot machine una parte di quel denaro viene trasferito all’erario e ai gestori. Le ‘macchinette’ ridistribuiscono solo il 75% di quello che viene versato. Per cui anche se tu fossi l’unico cliente della ‘macchinetta’, e continuassi a giocare, potresti riottenere solo il 75% di quello che hai versato. È impossibile non andare in perdita. Almeno un 25%, sempre che non ci siano altri giocatori, andrà perso. Quindi non solo non si può vincere. Ma non si può neanche andare in pari”. Chi parla è Marco Verani, un ricercatore del dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano, che alcuni anni fa ha rilasciato un’intervista edificante a Vita.it (per leggere l’intervista completa clicca qui). Verani  è anche uno degli animatori del progetto ‘Bet on math’, che ha vinto il ‘Polisocial Award’, un concorso promosso dal Politecnico e dalla Fondazione Politecnico di Milano per prevenire il gioco d’azzardo usando la matematica.

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

L’esempio illuminante

Secondo Verani, per capire quant’è difficile (per non dire impossibile) vincere a una ‘macchinetta’ o a uno qualunque dei giochi d’azzardo, basta un esempio: “Per vincere il jackpot del Superenalotto, indovinando tutti i numeri, si ha una probabilità di 1 su 600 milioni. È un numero talmente grande che non è comprensibile. Nel 2068 passerà vicino alla terra un asteroide che si chiama Apophis 9942 e la probabilità calcolata dalla Nasa che colpisca la terra è di 1 su 400 mila. E’ talmente remota come possibilità che nessuno se ne preoccupa”.

Soltanto un coglione…

Se ne deduce, senza che nessuno si offenda, che soltanto un coglione può giocare alle slot pensando di guadagnarci. Ma questo i gestori delle ‘bische’ legalizzate non lo dicono.