Magnago – Accuse al sindaco sul Pgt: “Fa tutto un assessore esterno e non eletto”

L’amministrazione Candiani prepara il nuovo Pgt. Ma l’opposizione insorge e chiama in causa l’assessore esterno Ferruccio Binaghi: decide tutto lui?

di Deborah Ali

MAGNAGO (MILANO) – Urbanistica: in arrivo il nuovo Piano di governo del territorio (Pgt), la giunta del sindaco Dario Candiani ha deliberato l’avvio del procedimento nei giorni scorsi. Secondo la squadra di Candiani l’attuale Pgt, in vigore ormai dal lontano ottobre 2010, richiede ormai una profonda rivisitazione. Tra gli indirizzi da seguire, l’amministrazione si è data l’obiettivo di rivedere tutti gli aspetti riguardanti il consumo di suolo al fine di ridurlo, o perlomeno non aumentarlo, nell’ottica di una rete ecologica locale connessa ai valori ambientali presenti.

Il nuovo Pgt favorirà il recupero dei vecchi edifici

È volontà della giunta, infatti, favorire le operazioni di rigenerazione urbana finalizzate al recupero e riqualificazione del tessuto edilizio. A non gradire le mosse dell’amministrazione, però, è l’attuale gruppo di opposizione. “Con la delibera sul Pgt – spiega il capogruppo di minoranza, Massimo Rogora – si è persa l’occasione di coinvolgerci. Come ormai nello stile dell’amministrazione Candiani, la delibera ricorda condivisione e partecipazione ma lo stesso documento viene pubblicato senza troppo clamore. Sarebbe forse stata una buona occasione discutere le finalità del documento in commissione, oppure nel consiglio comunale.

La polemica dell’opposizione

“Giova ricordare – continua Rogora – che il Pgt rimane un documento politico ed è sicuramente un percorso impegnativo e oneroso della programmazione dell’ente. Invece, viene tenuto un po’ in disparte. D’altra parte il sindaco Dario Candiani ha delegato alla redazione del piano di governo del territorio proprio chi, da sindaco, aveva redatto il piano precedente, fortemente criticato in passato perché più legato ai vecchi piani regolatori che a una proiezione nel futuro del nostro territorio”.

I dubbi della minoranza sul nuovo Pgt

“Dopo oltre dieci anni l’assessore esterno Ferruccio Binaghi avrà maturato una diversa coscienza? Come gruppo di opposizione vigileremo e chiediamo ai cittadini di essere parte attiva nella stesura del piano affinché non si ripetano gli errori del passato. Nuovamente, per quanto ci riguarda – conclude Rogora – le scelte del sindaco ci sembrano molto opinabili: questa amministrazione sembra abbia intrapreso una vera propria restaurazione di ciò che è stato, piuttosto che lavorare per affrontare e accogliere le sfide del futuro”.