IN EDICOLA – Le notizie di questa settimana

***ANTEPRIMA VIDEO SU FACEBOOK***

MAFIA CAPITALE, COSA LEGA IL BOSS CARMINATI A MAGENTA – Da Roma alla cittadina dell’hinterland milanese, le parentele e il background del criminale ‘nero’. La Smart che guidava al momento dell’arresto era di proprietà di una zia magentina, dalla quale Carminati era solito trascorrere le vacanze. Scoperti anche legami con la politica di estrema destra della città: negli anni ’80 una sua familiare era consigliera comunale del Movimento Sociale Italiano

IL CAPO DELL’UFFICIO TECNICO E LE SUE COOP – A Busto Garolfo il capo dell’ufficio tecnico finisce nella bufera: scoperte alcune sue attività private. Si tratta di tre cooperative gestite dall’architetto in passato e di una attuale in cui figura come socio, ma la giunta Biondi dichiara di non saperne nulla. Si esprimono anche il segretario comunale e l’ex sindaco Pirazzini: “Permessi mai accordati”

ELEZIONI: CORBETTA VERSO L’ULTIMO SCONTRO – Domenica 19 giugno i cittadini sono chiamati alle urne per il ballottaggio finale tra il candidato sindaco di centrodestra Marco Ballarini, sostenuto da Lega e Fratelli d’Italia, e il ‘dem’ Fulvio Rondena. Termina così una campagna elettorale senza esclusione di colpi

NOZZE SINDACO DI TURBIGO: BUFERA SULLA PRO LOCO – In paese scoppia la polemica, le minoranze puntano il dito contro la Pro Loco che si inchina al primo cittadino durante la cerimonia nuziale: “Siamo al regime”

INCHIESTA MANTOVANI: IL CASO VILLA CLERICI – Cuggiono, il nome della prestigioso immobile di Castelletto nelle telefonate dell’ex senatore e sindaco di Arconate, indagato per corruzione, concussione, turbativa d’asta e abuso d’ufficio. La villa sarebbe dovuta diventare una casa di riposo. Le carte

MAFIA, ALFREDO CELESTE DOVRA’ CHIEDERE SCUSA? – Sedriano, la sentenza del consiglio di stato, a seguito del Tar, certifica le infiltrazioni della ‘ndragheta in municipio. Ma lo scioglimento del comune poteva essere evitato. Il sindaco e i suoi fedelissimo avrebbero potuto assumersi le giuste responsabilità?

EMERGENZA MIGRANTI TRA SILENZI E POLEMICHE – Scoppia il caso profughi, a Magenta le coop che gestiscono il business della Vincenziana si chiudono nel silenzio. Intanto, in arrivo stranieri anche a Magnago e Busto Garolfo, chi se ne occuperà?

ARLUNO, RISSA A LUCI ROSSE – In paese una prostituta picchia una transessuale: il motivo? Lavoravano troppo vicino l’una all’altra. Cresce la violenza nella prostituzione della zona industriale

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.