“Reintrodurre il militare”: il sindaco firma la petizione

Il sindaco di Bareggio ha sottoscritto la petizione dell’Associazione Nazionale Alpini per reintrodurre il militare obbligatorio

di Redazione

BAREGGIO (MILANO) – Il sindaco di Bareggio, Linda Colombo (Lega), ha sottoscritto la petizione lanciata dall’Associazione Nazionale Alpini per reintrodurre il servizio militare obbligatorio.

“Reintrodurre il militare”: la petizione

Con la legge 226 del 2004 l’Italia ha sospeso il servizio militare di leva, “decretando l’interruzione di un istituto che per 143 anni ha accompagnato il Paese”. Così si legge nella petizione lanciata dall’Associazione Nazionale Alpini per la reintroduzione del servizio militare obbligatorio. “La scomparsa di questo servizio alla Patria ha privato i giovani della possibilità di conoscere realtà diverse dalla propria. Ma anche condividere fatiche per un risultato comune e acquisire consapevolezza che oltre al proprio ‘io’ c’è un soggetto che si chiama Stato – continuano gli Alpini -. Oggi, purtroppo, ci troviamo in una situazione in cui doveri e osservanza delle regole sono sempre più negletti”.

L’appello alle forze politiche

La prima richiesta per la reintroduzione venne avanzata nel 2018. Ma dopo 4 anni, l’appello degli Alpini non è stato raccolto. “Torniamo a chiedere che sia reintrodotto un servizio obbligatorio per tutti i giovani. Per formarli nel campo della protezione civile, dell’ambiente e del servizio pubblico. Con una formazione anche militare che contribuisca a creare una riserva impiegabile sul territorio nazionale, con esplicito richiamo all’articolo 52 della Costituzione”. L’appello torna centrale a pochi mesi dalle elezioni del prossimo 25 settembre. “Chiediamo a tutte le forze politiche un pronunciamento chiaro su questo tema fondamentale per il Paese – concludono gli Alpini -. Serve un impegno forte a salvaguardia di un futuro che non può prescindere dalle esperienze e dagli insegnamenti di una storia in cui gli Alpini hanno scritto e scrivono pagine importanti”.

La sottoscrizione del sindaco di Bareggio

Tra le oltre 4.400 persone che hanno sottoscritto la petizione c’è anche il sindaco di Bareggio, Linda Colombo. “Ho firmato la petizione online dell’Associazione Nazionale Alpini per chiedere la reintroduzione di un servizio obbligatorio alla Patria per i giovani. Ho aderito con convinzione poiché condivido pienamente i principi che stanno alla base della richiesta. Ritengo che la reintroduzione del servizio obbligatorio abbia un’importante valenza pedagogica e formativa per le giovani generazioni e, di conseguenza, per il futuro dell’Italia – spiega Colombo -. Oggi purtroppo valori come l’educazione, il rispetto delle regole, il senso civico e l’amore per la Patria si stanno perdendo. Questo si nota sia a livello nazionale sia in una piccola realtà come quella di Bareggio. Lo dico come rappresentante delle istituzioni: è necessario tornare a trasmettere ai nostri ragazzi questi valori che stanno alla base della convivenza civile e, di conseguenza, della crescita di un Paese”.