Arconate, pirata della strada distrugge pista ciclabile e rompe i tubi del gas. Poi scappa, è ancora irreperibile

Pirata della strada combina un disastro e fugge. I vigili lo cercano, ma finora senza risultati. Unico indizio: uno specchietto retrovisore trovato sul luogo dell’incidente

di Redazione

ARCONATE (MILANO) – Paura per un incidente che è avvenuto nella notte tra venerdì 15 e sabato 16 marzo in via Beata Vergine. Un pirata della strada è finito con la sua autovettura sulla pista ciclopedonale che costeggia la carreggiata e ha divelto la staccionata in legno a protezione di pedoni e ciclisti.

Pirata della strada

L’automobile del pirata della strada ha anche danneggiato i tubi del gas dell’abitazione della dottoressa Monica Parotti, uno dei medici di base di Arconate. E’ per questo motivo che, nella mattinata di sabato 16 marzo, chi ha transitato in via Beata Vergine, in direzione Inveruno, ha notato alcuni mezzi dei vigili del fuoco a lato della strada.

Arrivano i pompieri

Erano i pompieri volontari della caserma di Inveruno, chiamati sul posto per bloccare quanto prima la perdita di gas che si era verificata a causa dell’incidente. Il conducente dell’auto, infatti, non si è fermato ed è scappato dopo l’impatto: l’ipotesi è che sia fuggito a causa della paura oppure che fosse sotto l’effetto di alcol o sostanze stupefacenti.

Le indagini

Sulla dinamica dell’accaduto indaga la Polizia locale di Arconate, che dovrà tentare di identificare il responsabile. Sembra che sul luogo dell’incidente gli agenti abbiano ritrovato uno dei due specchietti dell’auto, divelto nello scontro con la stacciata. Forse, grazie ai numeri identificativi di serie, si riuscirà a risalire all’autovettura e, di conseguenza, al suo proprietario. Il quale tuttavia, almeno per ora, non è stato identificato.