Le regole anti Covid? “Io faccio come mi pare”. Lo ha detto l’ex assessore leghista di Magnago con Bienate, nel Milanese, aggiungendo una sequela di insulti contro il ministro degli Esteri. Coro di indignazione da parte dei cittadini

18 DICEMBRE 2020

di Deborah Alì

MAGNAGO CON BIENATE (MILANO) – Fausto Zanella colpisce ancora e commenta le restrizioni imposte dalla pandemia, chiarendo che lui, ex assessore della Lega alle Politiche sociali, non intende rispettare le regole anti Covid.

“Regole Covid? Faccio come mi pare”

“Io faccio come mi pare”, ha dichiarato l’ex assessore della Lega a proposito delle regole anti Covid, scatenando l’indignazione di molti cittadini, anche perché Zanella, non contento, ha aggiunto una sequela di pesanti insulti contro il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

Il personaggio

Zanella, classe 1954, nel 2012 fu il candidato sindaco dell’allora Lega Nord di Magnago con Bienate. In quell’occasione il Carroccio toccò il suo minimo storico. Inoltre, dal 2002 al 2012, fu assessore nell’amministrazione dell’ex sindaco Ferruccio Binaghi.

Il precedente

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

Zanella, ufficialmente, si è ritirato dalla vita politica locale. In realtà, continua a frasi sentire con frasi colorite e sgradevoli. Qualche anno fa (quando il Covid non c’era) fu investito dalle polemiche per aver detto che nei parchi cittadini ci sono troppi bambini stranieri.

I COMMENTI