CORONAVIRUS – Trasferta in Piemonte per festa di laurea: multati

Neolaureato organizza una grigliata in provincia di Novara: con lui due giovani di Magenta e Corbetta, nel Milanese.

19 APRILE 2020

di Attilio Mattioni

CORBETTA-MAGENTA (MILANO) – Trasferta in Piemonte per una festa di laurea: multati. La sessione è stata virtuale, ma la festa ha voluto farla reale, invitando i suoi amici. A fare le spese di tanta irresponsabilità sono stati un 24enne di Corbetta e un 25enne di Magenta, nel Milanese.

La grigliata

I due giovani sono stati sorpresi dagli agenti della Polizia di Stato nel giardino di una villetta di Oleggio, in provincia di Novara, mentre andava in scena la festa di laurea di un loro amico di 24 anni, residente nella località piemontese. Quando gli agenti hanno suonato il campanello, si sono imbattuti nel terzetto di giovani, bottiglia di birra in mano, intenti a mettere costine e salamelle sulla griglia.

La ‘confessione’

Ad avvertire le Forze dell’ordine pare sia stato un vicino di casa del neolaureato. Alla domanda degli agenti sul perché si trovassero al di fuori del proprio Comune di residenza, oltretutto anche in un’altra regione, il corbettese e il magentino non hanno potuto negare l’evidenza: i due giovani hanno ammesso di essere lì per festeggiare la laurea dell’amico.

La multa

A quel punto è scattata la sanzione di 400 euro ciascuno, per violazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che vieta di allontanarsi dal Comune di residenza se non per motivi di salute o di lavoro. Non è chiaro se i due giovani siano anche stati denunciati, ma sembra che gli agenti abbiano avuto la mano leggera, senza inoltrare la segnalazione alla Procura della Repubblica. Quello che è certo è che il terzetto ha dovuto subire una solenne lavata di capo da parte dei poliziotti. La reprimenda più severa è toccata al padrone di casa, che però se l’è cavata senza nessuna sanzione, poiché si trovava nella propria abitazione. I suoi due amici, oltre alla multa salata, sono ritornati a casa senza poter mangiare una costina e nemmeno finire la birra: rischiare di guidare in stato di ebbrezza sarebbe stato davvero troppo.