Aumento esponenziale dei contagi, il sindaco: “Siamo pericolosamente vicini alla zona rossa”

di Francesca Ceriani

VITTUONE (MILANO) – I contagi aumentano in modo esponenziale: Vittuone, nel Milanese, ora rischia la ‘zona rossa’. I dati parlano chiaro: le persone attualmente positive all’interno del Comune sono 43, con un aumento di 11 casi in un solo giorno.

Rischio ‘zona rossa’

A lanciare l’allarme nella giornata di venerdì 26 febbraio è il sindaco, Laura Bonfadini. “Cari Vittuonesi, purtroppo ci troviamo ancora una volta di fronte ad una situazione di grave emergenza sanitaria, per effetto di quella che comunemente viene definita “terza ondata” del contagio da Covid-19, particolarmente aggressiva e devastante. In questi giorni il numero di contagi a Vittuone è salito drasticamente dai 32 casi di ieri (giovedì 25 febbraio, ndr) di positività , al dato odierno di 43 nostri residenti infetti”.

“Dati preoccupanti”

“Non possiamo nasconderci che questi numeri disegnano un quadro molto preoccupante per la salute pubblica, di ciascuno di noi e di tutta la nostra comunità”, continua il primo cittadino. “Siamo pericolosamente e proporzionalmente vicini al caso limite di 50 casi per 10.000 abitanti. Questo, obbligatoriamente, farebbe scattare la chiusura totale, la “Zona Rossa”, con tutti i divieti che comporta”.

L’appello del sindaco

Sostieni la Libera Informazione


Sul nostro giornale on line trovi l’informazione libera e coraggiosa, perché noi non abbiamo padroni e non riceviamo finanziamenti pubblici. Da sempre, viviamo soltanto grazie ai nostri lettori e ai nostri inserzionisti. Noi vi offriamo un’informazione libera e gratuita. Voi, se potete, dateci un piccolo aiuto.

“Ritengo che non ci siano mezze misure: occorre autoresponsabilizzarsi e adeguare i propri comportamenti alle regole dei protocolli anti-Covid, primo tra tutti il distanziamento sociale. Al punto in cui siamo oggi non abbiamo scelta e soltanto la prevenzione e il comportamento responsabile ci potranno aiutare a frenare l’avanzata del virus, del contagio, delle malattie, delle sofferenze e del dolore dei lutti”. Bonfadini conclude ricordando i vittuonesi deceduti in quest’anno di pandemia: “Da un anno ad oggi sono deceduti 31 nostri concittadini. Non stiamo parlando di numeri ma di persone, di affetti, dei nostri cari, di coloro che abitavano con noi o che hanno contratto la malattia in mezzo a noi e sono decedute”.

I COMMENTI