Castano Primo, va al mercato e viene derubata

Boccata e multata una donna dell’Est (non aveva i documenti) che raggirava anziani al mercato. Foglio di via: non potrà più mettere piede in città

di Deborah Ali

CASTANO PRIMO (MILANO) – Raggira gli anziani al mercato e si fa consegnare soldi in contanti. Gli agenti di Polizia locale la fermano, la identificano e la multano. Poi, la allontanano dalla città notificandole un foglio di via. E’ quanto accaduto nella mattinata di giovedì 16 novembre al mercato di piazza Ardizzone. Sull’accaduto si è espresso ufficialmente il comando di Polizia locale di Piazza Mazzini con un comunicato stampa che ha spiegato la vicenda.  

Il modus operandi della donna

“Durante un normale controllo dell’area mercatale – spiegano gli agenti di Polizia locale – un operatore del comando di piazza Mazzini ha notato una donna che con fare discreto si avvicinava agli anziani intenti a girare tra i banchi”. Due parole per distrarre la vittima e poi le mani nella borsetta, per rubare contanti o altri oggetti di valore. “Dopo una breve osservazione del modus operandi del soggetto e raccolte altresì le informazioni e le segnalazioni anche di alcuni cittadini, che avevano notato la stessa in vari casi farsi consegnare banconote contanti da parte degli ignari anziani, fermava la donna, la quale cercava di dissimulare la presenza in loco”.

Multata la donna che ha derubato gli anziani

“Invitata a declinare le generalità accompagnate da un valido di documento di riconoscimento, avendo lineamenti e accento dell’Est, forniva un documento straniero, omettendo la disponibilità a fornire documenti italiani”. Gli agenti hanno accompagnato la donna presso il locale comando. Proseguono, poi, i vigili: “Risultava avere anche precedenti penali. Al termine della attività è stata sanzionata in via amministrativa. Multata in violazione del regolamento di polizia urbana della città di Castano Primo. Regolamento che prevede proprio per tale violazione, una sanzione da 50 a 500 euro“.

La misura di allontanamento

“Essendo residente a Milano, non svolgendo alcun lavoro in questo comune, non avendo vincoli di parentela, essendo dedita a tali fattispecie di violazioni ed essendo ingiustificata la sua presenza in loco, le è stato notificato l’avviso di avvio del procedimento amministrativo atto all’emissione della misura di allontanamento e rimpatrio al comune di residenza a mezzo foglio di via obbligatorio”.

Alta l’attenzione agli anziani

Conclude la Polizia locale: “L’ufficio di polizia giudiziaria del comando di Castano Primo e Nosate è particolarmente attento a tutte le fattispecie di reato e violazioni operate in danno delle categorie fragili, tra cui gli anziani, che spesso risultano essere vittima di tali malfattori”.